La sintesi e il tabellino di Serbia-Svizzera, gara del gruppo E di Russia 2018, lo stesso del Brasile di Neymar.

Grande lotta per la qualificazione nel gruppo E dei Mondiali di Russia 2018. Alla vittoria nel pomeriggio del Brasile ha fatto seguito stasera quella in rimonta della Svizzera, che sale a quota 4 e raggiunge proprio i verdeoro in testa al girone. Sconfitta dolorosa per la Serbia, che dovrà giocarsi le speranze qualificazione contro la squadra di Neymar, con un solo risultato a disposizione: la vittoria.

Con questo successo invece gli elvetici hanno ipotecato il passaggio agli ottavi. Per uscire servirebbe infatti una sconfitta contro il già eliminato Costa Rica. Scenario altamente improbabile.

Russia 2018, Serbia-Svizzera: Mitrovic subito in gol

A Kaliningrad Serbia e Svizzera si contendono tre punti fondamentali per la qualificazione. In caso di vittoria i Serbi si assicurerebbero gli ottavi, gli elvetici li prenoterebbero, essendo impegnati nell’ultima sfida contro il Costa Rica già eliminato. Forse bloccati dalla tensione, gli uomini di Petkovic iniziano male e vanno sotto dopo cinque minuti: in rete Mitrovic, imperioso nel suo stacco di testa su cross al bacio di Tadic.

La Svizzera fatica a farsi vedere dalle parti di Stojkovic, rischia su ogni calcio piazzato e sfiora il pari solo in un’episodica azione, con Dzemaili che conclude da distanza ravvicinata ma trova l’opposizione del portiere balcanico. Finisce così un primo tempo chiaramente di marca serba.

https://twitter.com/FIFAWorldCup/status/1010233331370397698

Russia 2018, Serbia-Svizzera: Xhaka-Shaqiri, ribaltone elvetico

Come con il Brasile, nella ripresa escono fuori i valori della squadra svizzera. Dopo soli 7 minuti dal ritorno in campo, l’uomo più atteso, Granit Xhaka, sfodera un mancino dal limite dell’area che non lascia scampo a Stojkovic. Passano pochi minuti e gli elvetici sfiorano la rimonta, ma il destro a giro di Shaqiri bacia il palo.

La situazione si stabilizza su un grande equilibrio, entrambe le squadre costruiscono interessanti occasioni ma il risultato non cambia. Nei minuti finali è la Svizzera la squadra a cercare con maggior insistenza la via della rete, con il neoentrato Gavranovic che si divora una clamorosa occasione, fermato da un ottimo Stojkovic. Ma è solo preludio per un fulminante contropiede dell’ex Inter Shaqiri, che fulmina il portiere serbo in uscita. Vince Petkovic, vince la Svizzera. Adesso gli ottavi sono a un passo.

Di seguito tutte le informazioni su Russia 2018.

Tabellino Serbia-Svizzera

Serbia (4-2-3-1): Stojkovic; Kolarov, Tosic, Milenkovic, Ivanovic; Milivojevic (81′ Radonijc), Matic; Kostic (’64 Ljajic), Milinkovic-Savic, Tadic; Mitrovic.

Allenatore: Mladen Krstajic.

Svizzera (4-2-3-1): Sommer; Lichtsteiner, Schar, Akanji, Rodriguez; Behrami, Xhaka; Shaqiri (91′ Drmic), Dzemaili (73′ Embolo), Zuber; Seferovic (46′ Gavranovic).

Allenatore: Vladimir Petkovic.

Marcatori: 5′ Mitrovic, 53′ Xhaka, 90′ Shaqiri.

Ammoniti: Milinkovic-Savic, Milivojevic, Matic, Mitrovic, Shaqiri.

Arbitro: Brych (Ger).

Fonte foto: https://www.facebook.com/fifaworldcup/

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news mondiali russia 2018 Serbia svizzera

ultimo aggiornamento: 22-06-2018


Napoli, Aurelio De Laurentiis: “Per Hamsik voglio 35 milioni! Sarri al Chelsea? Chi vivrà, vedrà”

Mondiali Russia 2018, Belgio-Tunisia: le probabili formazioni