La sintesi e il tabellino di Uruguay-Arabia Saudita, seconda gara per gli uomini di Tabarez al Mondiale di Russia 2018.

Il Mondiale di Russia 2018 ha già due qualificate agli ottavi di finale: la Russia padrona di casa e l’Uruguay di Óscar Tábarez. Contro la modesta Arabia Saudita, reduce dal 5-0 inflittogli proprio dai russi nella gara inaugurale, la formazione sudamericana ha ottneuto il massimo risultato col minimo sforzo, riuscendo a ottenere ciò che desiderava: i tre punti, e quindi la qualificazione.

Nell’ultimo match del gruppo A, dunque, Russia e Uruguay si contenderanno il primato nel girone. Un primato che potrebbe avere un certo peso, anche se nel gruppo B sono due le rivali che si eviterebbero volentieri: il Portogallo e la Spagna. Tra primo e secondo posto in questo caso la differenza sarebbe quindi non rilevante, almeno sulla carta.

Russia 2018, Uruguay-Arabia Saudita: il Pistolero Suarez si sblocca

Alla Rostov Arena di Rostov Tábarez e i suoi vanno alla ricerca dell’aritmetica qualificazione agli ottavi, che arriverebbe tramite la vittoria contro la modestia Arabia Saudita. Nel primo tempo però la Celeste gioca sotto ritmo, permettendo alla formazione saudita di difendersi con discreta semplicità e anche di rendersi pericolosa in un paio d’occasioni.

A togliere le castagne dal fuoco ai sudamericani ci pensa però al 23′ il Pistolero,  Luís Suárez, che approfitta di un’uscita a vuoto di al-Owais su calcio d’angolo di Carlos Sánchez per mettere a segno la sua prima rete in questo Mondiale.

Russia 2018, Uruguay-Arabia Saudita: ritmi lenti e poche emozioni

Ritmi molto bassi anche a inizio ripresa. L’Uruguay continua ad essere pigro, gioca basso, rischia nulla ma costruisce poco. Al 62′ una buona occasione con Sánchez che in tuffo su cross di Cavani manda alto sopra la traversa. Non basta questo squillo a far cambiare il canovaccio tattico. Nonostante, complici i cambi, l’Uruguay mantenga il pallino del gioco, le occasioni si contano sulle dita di una mano.

Il pericolo più importante arriva all’80’ con un tiro dal limite di Torreira che viene deviato da Cavani, uscendo di poco a lato. Ancora all’85’ Cavani si rende pericoloso con un’azione personale conclusa da un destro in area parato con la gamba da al-Owais in uscita. Termina così senza ulteriori emozioni una gara poco vibrante che vale all’Uruguay gli ottavi di finale.

Di seguito tutte le informazioni su Russia 2018.

Tabellino Uruguay-Arabia Saudita

Uruguay (4-4-2): Muslera; Cáceres, Godín, Giménez, Varela; Rodríguez (59′ Laxalt), Bentancur, Vecino (59′ Torreira), Sánchez (’82 Nandez); Cavani, Suárez.

Allenatore: Óscar Tábarez.

Arabia Saudita (4-5-1): al-Owais; al-Burayk, Hawsawi, Albulayhi, al-Shahrani; Bahbir (75′ Kanno), al-Faraj, Otayf, al-Jassim (44′ al-Moghawi), al-Dawsari; al-Muwallad (78′ al-Sahlawi).

Allenatore: Juan Antonio Pizzo.

Arbitro: C. Turpin (Fra)

Marcatori: 23′ Luís Suárez.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Arabia Saudita calcio calcio news mondiali russia 2018 Uruguay

ultimo aggiornamento: 20-06-2018


Mercato Milan, il Mondiale non aiuta: Silva in panchina con il Marocco

Mercato Milan, Mirabelli incontra Udinese e Crotone: il punto