Siria, trovata fossa comune con centinaia di corpi. Gentiloni: “Noi alleati USA”

Paolo Gentiloni nella giornata odierna ha fatto il punto sulla situazione in Siria alle Camere: “Purtroppo l’iniziativa di accertare la verità è stata bloccata”.

ROMA – Tocca al Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, riferire alle Camere della situazione in Siria: “Credo che non possiamo – dichiara il Premier – accettare di ritornare indietro di un secolo e legittimare l’uso di armi chimiche. Duma è stato oggetto di un attacco in cui secondo ogni evidenza si sono usate queste armi: forse cloro miscelato con sarin o agenti simili. Fonti diverse hanno confermato decine di morti e centinaia di feriti“.

Purtroppo – sottolinea Gentiloni – è stata bloccata l’iniziativa per accertare la verità e le responsabilità dopo il veto della Russia alla proposta del Consiglio di Sicurezza“.

Angelino Alfano, Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti
Angelino Alfano, Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti

Paolo Gentiloni sulla posizione dell’Italia: “Non siamo neutrali ma un coerente alleato degli USA”

Paolo Gentiloni chiarisce anche la posizione dell’Italia: “Noi – ammette – non siamo neutrali ma siamo un coerente alleato degli Stati Uniti. La nostra è una scelta di campo“.

Intanto in Siria la situazione continua ad essere molto critica. Gli ispettori – riferisce la TV di Stato – sono entrati a Duma ed hanno trovato una fossa comune con 300 cadaveri all’interno.

Il video con la diretta dell’intervento del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni alle Camere

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-04-2018

Francesco Spagnolo

X