Siria, trovata fossa comune con centinaia di corpi. Gentiloni: “Noi alleati USA”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Paolo Gentiloni nella giornata odierna ha fatto il punto sulla situazione in Siria alle Camere: “Purtroppo l’iniziativa di accertare la verità è stata bloccata”.

ROMA – Tocca al Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, riferire alle Camere della situazione in Siria: “Credo che non possiamo – dichiara il Premier – accettare di ritornare indietro di un secolo e legittimare l’uso di armi chimiche. Duma è stato oggetto di un attacco in cui secondo ogni evidenza si sono usate queste armi: forse cloro miscelato con sarin o agenti simili. Fonti diverse hanno confermato decine di morti e centinaia di feriti“.

Purtroppo – sottolinea Gentiloni – è stata bloccata l’iniziativa per accertare la verità e le responsabilità dopo il veto della Russia alla proposta del Consiglio di Sicurezza“.

Angelino Alfano, Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti
Angelino Alfano, Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti

Paolo Gentiloni sulla posizione dell’Italia: “Non siamo neutrali ma un coerente alleato degli USA”

Paolo Gentiloni chiarisce anche la posizione dell’Italia: “Noi – ammette – non siamo neutrali ma siamo un coerente alleato degli Stati Uniti. La nostra è una scelta di campo“.

Intanto in Siria la situazione continua ad essere molto critica. Gli ispettori – riferisce la TV di Stato – sono entrati a Duma ed hanno trovato una fossa comune con 300 cadaveri all’interno.

Il video con la diretta dell’intervento del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni alle Camere

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 17-04-2018

Francesco Spagnolo