Siria, raid dell’esercito israeliano su base militare

In Siria raid dell’esercito israeliano su un centro di produzione di armi chimiche.

Mentre il mondo guarda con il fiato sospeso alle vicende legate allo scontro tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti, anche in Medio Oriente gli spiragli di guerriglia non accennano a placarsi. Nelle scorse ore, ha fatto saper l’Esircito siriano, Israele ha condotto un raid aereo contro un impianto militare situato nei pressi di Masyaf, nella regione di Hama. Fanno sapere inoltre dalla Siria che il raid dell’esercito israeliano, durante il quale sono rimasti uccisi due soldati siriani, potrebbe avere delle pericolose ripercussioni sulla stabilità del paese e che, effettuato dopo una serie di vittorie ottenute dall’esercito siriano sull’Isis, testimonierebbe l’impegno di Israele a favore dei terroristi islamici.

Siria, il raid aereo dell’esercito israeliano ha colpito un centro di produzione di armi chimiche

Stando alle prime ricostruzioni, confermate e diramate dai maggiori organi di informazione siriani, aerei da guerra israeliani avrebbero fatto fuoco dallo spazio aereo libanese colpendo un centro militare dove venivano prodotte armi chimiche.

Silenzio stampa al momento da Israele, dove gli addetti hanno risposto che l’Esercito non rilascerà dichiarazioni sulle questioni operative.

Se confermato, l’attacco potrebbe avere ripercussioni anche sul piano della politica estera dopo l’impegno delle nazioni impegnate sul territorio ad abbassare il livello della tensione.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 07-09-2017

Nicolò Olia

X