Calibrata per accentuare le caratteristiche offroad, la Skoda Karoq Scout offre alcuni dettagli esclusivi, la trazione integrale di serie e una gamma di due motorizzazioni.

In vista del debutto ufficiale, previsto in autunno nel corso del prossimo Salone dell’Auto di Parigi, la Skoda ha presentato la versione Scout del SUV Karoq. Il nuovo allestimento della gamma prevede, oltre ad una particolare dotazione di motorizzazioni, anche una specifica dotazione tecnologica e di elementi estetici.

I due motori Skoda Karoq Scout

Per quanto concerne la gamma delle motorizzazioni Skoda Karoq Scout, l’offerta si comporrà di due propulsori. Il primo è l’1.5 TSI da 150 CV, un quattro cilindri in linea a benzina (sovralimentato) abbinato al cambio DSG (un meccanico sequenziale con possibile funzionamento automatico a controllo elettronico a 7 rapporti). Il secondo è invece il 2.0 TDI, un turbodiesel (anch’esso con architettura a 4 cilindri in linea) declinato in due tagli di potenza: la taratura da 150 CV (abbinata solo al cambio manuale) e una da 190 CV con cambio DSG.

Dal punto di visto strettamente tecnico, la Karoq non ha l’assetto rialzato presente sulla versione Scout della Fabia ma ‘compensa’ con una particolare protezione sottoscocca formata da una piastra che mette le parti meccaniche al riparo da possibili danneggiamenti quando si guida in contesto off-road.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Skoda Karoq Scout
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/160296466@N06/43531060561

Le novità di design della Skoda Karoq Scout

Le novità più significative del livello Scout riguardano l’estetica e i dettagli della carrozzeria del primo SUV di taglia media della casa di Praga. Spiccano i numerosi elementi cromati e in tinta argento, come ad esempio il profilo dei finestrini, le minigonne, la fascia paraurti posteriore, il labbro del paraurti anteriore al di sotto dell’ampia presa d’aria e le barre sul tetto. Altro elemento caratteristico dell’allestimento è il colore antracite della fascia di cintura dei passaruota. Per quanto riguarda i cerchi in lega, la dotazione di serie prevede quelli da 18” (con effetto lucido) mentre tra gli accessori a pagamento saranno disponibili quelli più grandi (19 pollici).

Le specifiche dell’allestimento Scout riguardano ovviamente anche gli interni che presentano alcune caratteristiche esclusive. Tra questi vi sono i rivestimenti dei sedili (impreziositi da cuciture a contrasto e dalla scritta ‘Scout’) in pelle nell’armonia bicolore marrone e nero e i vetri posteriori oscurati.

A questi si aggiungono il volante in pelle con comandi integrati, le luci di illuminazione dell’abitacolo con tecnologia LED e il Virtual Cockpit che presenta una grafica speciale per la guida offroad (selezionabile tramite una specifica modalità di guida inedita, inclusa nel Drive Mode Select). La connettività interna della nuova Skoda Karoq Scout sfrutta il sistema LTE per il wi-fi interno mentre uno degli optional a pagamento è l’apertura keyless del portellone (per aprirlo basta passare il piede sotto il paraurti).

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/na_presseportal/29885664068

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/160296466@N06/43531060561


BMW, la nuova Z4 potrebbe debuttare a fine agosto

Rimozione forzata: quando scatta e cosa fare per recuperare il veicolo