Traffico di Cocaina tra Modena, Mantova e Ferrara, otto arrestati

Traffico di Cocaina tra Modena, Mantova e Ferrare, otto arrestati

I Carabinieri hanno sventato un enorme traffico di cocaina tra Modena, Mantova e Ferrara gestito da una banda di italiani e di stranieri.

MODENA – I Carabinieri della compagnia di Carpi hanno smantellato un traffico di cocaina tra Modena, Mantova e Ferrara. La banda che gestiva questo traffico, composta da italiani e stranieri, gestiva il traffico di droga in tutta la Bassa.

L’operazione è partita alle prime luci del 27 giugno 2019, quando i Carabinieri hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare a carico di otto soggetti emessa dal gip del Tribunale di Modena.

Gli otto arresti

L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip era stata richiesta dal sostituto procuratore Giuseppe Amara che, per mesi, ha indagato sul traffico di droga nella Bassa.

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it

Il provvedimento di custodia cautelare in carcere ha colpito cinque stranieri e tra italiani, tutti membri della banda che gestiva il giro di droga. Gli stranieri erano quattro marocchini e un nigeriano.

Tutti gli arrestati sono stati portati in galera per reati legati allo spaccio di cocaina. Insieme agli arresti, i Carabinieri di Carpi hanno anche eseguito numerose perquisizioni domiciliari alla ricerca dei prove.

Le indagini sul traffico di cocaina a Modena

L’inchiesta sul traffico di cocaina tra Modena, Mantova e Ferrara è iniziata nella primavera del 2018 e ha portato alla scoperta che il traffico di droga era esteso in tutta la Bassa.

Oltre che nelle tre città sopracitate, il giro di droga si estendeva a Carpi, Cento, Finale Emilia, Mirandola, San Felice sul Panaro e Carbonara di Po. Un giro di droga davvero vasto che fruttava decine, se non centinaia di migliaia di euro.

Per gestire un territorio così ampio, l’operazione di smantellamento della banda è stata condotta utilizzando 50 Carabinieri. In modo da rendere simultanei gli arresti e le perquisizioni.

Per quanto riguarda le perquisizioni, ancora non si sa nulla di cosa i Carabinieri hanno trovato.

Fonte dell’immagine di copertina: https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 27-06-2019

X