Smarrimento patente: cosa fare in Italia?

Hai smarrito la patente di guida? Ecco una pratica e veloce guida su come ottenere il duplicato in breve tempo

chiudi

Caricamento Player...

Smarrimento patente in Italia, tutto quello che c’è da sapere, ma sopratutto cosa fare per richiedere il duplicato in caso di furto o smarrimento della licenza di guida.

Smarrimento patente

La perdita dei documenti comporta sempre un grande problema, in particolare per le attese e i tempi necessari per riavere i duplicati. Che si tratti dello smarrimento o furto della carta di identità o della patente, non dovete far altro che armarvi di buona volontà e spirito di adattamento. Ricordate che la richiesta di duplicato patente può essere richiesta da:

  •  il diretto interessato con documento di identità in corso di validità;
  • una persona delegata con documento di identità in corso di validità e delega su carta sottoscritta dal titolare.

Fare la denuncia

La prima cosa da fare non appena ci si rende di aver perso o smarrito la patente è quello di sporgere denuncia entro massimo 48 ore presso la Polizia, i Carabinieri o altre Forze dell’Ordine. Assicuratevi di avere con voi anche due foto formato fototessere indispensabili per richiedere il duplicato. Presso le Forze dell’Ordine raccontate cosa è successo e compilate la denuncia. Una volta terminata vi verrà consegnato un documento valido per circolare solo per 90 giorni sul territorio italiano. Poi non resta che attendere l’arrivo a casa del duplicato della patente che mediamente richiede un tempo di attesa di circa 45 giorni. In realtà i tempi di attesa duplicato patente sono variabili.

Tempi di attesa

Generalmente il termine indicato è di 45 giorni, ma è possibile anche il protrarsi di 2 o 3. Se entro il termine indicato non avete notizie della vostra patente potete chiamare il numero verde 800/232323, disponibile dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 14 e dalle 14.30 alle 17.30. Qualora la patente dovesse sbucare fuori o essere restituita al proprietario, il denunciante è tenuto a distruggerla e attendere la nuova che sarà consegnata tramite poste.