Apple HomePod, Amazon Echo e Google Home: cosa sono gli smart speaker? Quando arriveranno in Italia?

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Apple HomePod, Amazon Echo e Google Home sono i tre rappresentanti di una “nuova” categoria di prodotti che potrebbe arrivare presto al grande pubblico anche in Italia.

Prepariamoci all’invasione degli Smart Speaker, ovvero gli altoparlanti intelligenti che ci faranno da assistenti vocali. I tre “big” del mercato all’estero sono già sul piede di guerra, mentre probabilmente per l’Italia ci sarà ancora un po’ da aspettare. Stiamo parlando di Apple HomePod, disponibile da qualche giorno sul mercato americano, e di Google Home e Amazon Echo, che invece esistono sul mercato già da qualche tempo.

Come funzionano gli Smart Speaker?

Come suggerisce il nome, gli speaker intelligenti sono principalmente degli altoparlanti che permettono di riprodurre la nostra musica attraverso il Cloud o quella che abbiamo in rete locale, ma c’è di più. Alla base di questi prodotti c’è sempre un sistema di riconoscimento vocale. Inizialmente questo permetteva di dare semplici comandi ma, naturalmente, le cose si sono evolute.

Oggi gli smart speaker sono in realtà assistenti vocali, che permettono di accedere a tutte le funzioni con la voce. Esattamente come Siri e l’assistente vocale di Google, che permette di fare operazioni evolute come inviare messaggi WhatsApp dettandoli, questi altoparlanti intelligenti possono assisterci in migliaia di funzioni, dal dirci che tempo farà a leggerci una ricetta, passando per la gestione delle smart home.

In pratica, gli smart speaker sono dispositivi pensati per utilizzare gli assistenti vocali anche quando siamo lontani dal computer. Ovviamente, ciascuno dei tre “grandi” ha il proprio prodotto, che sfrutta il proprio assistente:

Azienda Speaker Assistente vocale Prezzo
(indicativo in dollari)
Apple HomePod Siri 349
Amazon Echo Amazon Alexa 100
Amazon Echo Dot Amazon Alexa 50
Amazon Echo Spot Amazon Alexa 130
Amazon Echo Plus Amazon Alexa 150
Amazon Echo Look Amazon Alexa 199
Amazon Echo Show Amazon Alexa 229
Google Home Google Assistant
(Assistente Google)
99
Google Home Mini Google Assistant
(Assistente Google)
39
Google Home Max Google Assistant
(Assistente Google)
399

 

Perché gli smart speaker non sono ancora arrivati in Italia?

La risposta è piuttosto semplice, e possiamo intuirla facilmente facendo una ricerca vocale con il nostro smartphone: i sistemi di riconoscimento vocale funzionano discretamente, ma non alla perfezione, con le lingue “minori” come l’italiano. Per la verità qualche problemino lo hanno anche con l’inglese, se chi lo parla non ha una buona pronuncia, come ci racconta il video di questa signora di origini italiane che prova a “dare ordini” a un Google Home mini:

Quindi, prima di vedere gli smart speaker sbarcare in Italia, dobbiamo aspettare che le aziende sviluppino un riconoscimento vocale abbastanza evoluto da evitarci di comprare una fornitura a vita di salsa piccante invece delle matite che ci servivano.
Nell’attesa, vediamo le caratteristiche dei tre modelli principali, secondo l’esperienza degli utenti che all’estero hanno già avuto occasione di provarli.

Apple HomePod: il nuovo arrivato alza gli standard

smart speaker homepod
fonte foto:apple.com/it/newsroom/2018/01/homepod-arrives-february-9-available-to-order-this-friday/

L’unico modello disponibile di casa Apple ha un prezzo di mercato notevole. HomePod, con i suoi 349 dollari, si colloca in competizione con altoparlanti wireless di concorrenti illustri come BoseBang & Olufsen. L’assistente vocale Siri è quasi una celebrità online, ma i concorrenti hanno fatto passi da gigante, ma in questo caso la tipica chiusura dell’ecosistema Apple lo penalizza un po’.
Molte delle funzioni più utili per un assistente vocale domestico infatti richiedono integrazione con hardware e servizi di terze parti, caratteristica nella quale Apple non ha mai brillato.
Secondo chi ha avuto modo di ascoltarlo, comunque, HomePod è un valido smart speaker per chi vuole soprattutto un ottimo altoparlante e, in seconda battuta, un buon assistente vocale. Soprattutto per chi ha già prodotti Apple, che sono richiesti per il funzionamento.

Google Home: tutta la forza di Google

smart speaker google home
fonte foto: https://store.google.com/us/product/google_home?hl=en-US

Chiunque usi Internet sa che Google è in grado di rispondere praticamente a qualsiasi domanda, e questo ha un ruolo rilevante in Google Assistant e, di conseguenza, in Google Home, che fra tutti gli assistenti vocali è quello in grado di dare risposte più intelligenti a un maggior numero di quesiti. L’integrazione con l’ecosistema Android ovviamente fa da padrone.

Uno degli esempi maggiormente promossi da Google è la possibilità di avviare la visione di un film sulla smart TV con un comando vocale, oppure cambiare la temperatura di casa o l’intensità delle luci. La lista di partner compatibili con Google Home aumenta ogni giorno, e la qualità dell’altoparlante in sé è discreta.

Aggiornamento: Google Home è disponibile in due formati. Attraverso la sezione Dispositivi del Google Play Store italiano è possibile acquistare le due versioni più famose di  Google Home: il prodotto flagship da 149 euro e Google Home Mini al prezzo di 59 euro, in diverse varietà di colore.

Google Home in Italia
Google Home è stato il primo smart speaker ad arrivare in Italia

Amazon Echo: per gli amanti dello shopping

smart speaker Amazon Echo
fonte foto: http://phx.corporate-ir.net/phoenix.zhtml?c=176060&p=irol-imageproduct41

Per chi non vuole sposare uno dei due ecosistemi, ma soprattutto per chi fa largo uso di Amazon, Echo sembra la risposta naturale. Il punto di forza principale, non c’è nemmeno bisogno di dirlo, è la totale integrazione con i servizi di Amazon, Prime su tutti, per avere accesso agli acquisti semplicemente con la voce. Un sogno per chi ama fare shopping e un incubo per le carte di credito.
Inoltre, al momento, Amazon Alexa è l’assistente con il maggior numero di azioni possibili e dispositivi compatibili, almeno per quanto riguarda il mercato estero. Questo significa che chi sogna una smart home con molti accessori, oggi, guarda con più interesse a questo dispositivo.

Altoparlanti intelligenti in Italia: è ancora presto per pensarci?

Anche se alcuni prodotti “minori” iniziano ad affacciarsi sul mercato, in particolare quello delle importazioni parallele, bisognerà aspettare di vedere cosa faranno i “big” per avere un’idea definita. I punti focali che decideranno il mercato italiano, dando per scontato che tutti e tre si comportino bene con la nostra lingua, saranno sostanzialmente due, ovvero la compatibilità con i dispositivi già esistenti in Italia e la possibilità di accedere a servizi disponibili localmente.

Due aspetti sui quali al momento, Amazon, Apple e Google non si sbilanciano. Per la verità non ci sono ancora date, nemmeno indicative, per l’arrivo di HomePod, Amazon Echo e Google Home in Italia.
Gli appassionati di tecnologia possono solo aspettare e sperare per il meglio.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/radio-canale-medio-altoparlanti-2588503/

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 12-04-2018

Massimiliano Monti