Snowstorm è un velivolo personale costruito a Singapore

Si chiama Snowstorm, tempesta di neve, ed è un prototipo di velivolo personale messo a punto dalla National University of Singapore.

chiudi

Caricamento Player...

Le “macchine volanti” sono sempre state una delle grandi passioni dell’umanità e i droni, così popolari negli ultimi anni, non hanno fatto altro che rendere questa passione ancora più popolare. Oggi ce ne sono per tutti i gusti: da quelli a forma di origami a quelli da lavoro usati in agricoltura, e c’è anche chi ha iniziato a progettare strumenti per difendersi dai droni senza danneggiarli.

Alcuni li iniziano a sfruttare anche per il trasporto merci, e probabilmente a questo punto qualcuno si deve essere chiesto perché non provare a costruire un velivolo personale basato su un principio simile. Ed ecco Snowstorm, un velivolo personale che somiglia moltissimo a un drone palestrato, in grado di sollevare da terra un essere umano.

Velivolo personale fra fantasia e realtà

Il progetto da cui ha preso vita Snowstorm si chiama FW Air: Electric Aviation e mira a rendere possibili le automobili volanti come le immaginavano i nostri nonni. Visto che si tratta di un progetto universitario, in questo caso per possibili dobbiamo intendere commercialmente realizzabili, visto che di prototipi più o meno strani di auto volanti se ne sono visti svariati.

snowstorm
Snowstorm è un velivolo personale messo a punto dall’Università Nazionale di Singapore

Al momento Snowtorm può essere pilotato attraverso un telecomando, che naturalmente può usare anche il passeggero, e il sistema di controllo consente di gestire accelerazione, rollio, beccheggio e sterzata. Il prototipo è stato realizzato facendo largo uso della stampa 3D per i componenti, ed è già pensato come un oggetto pronto per la produzione, con sistemi di atterraggio e decollo. Non si tratta del primo esperimento in questo senso, il primo “drone cavalcabile”, brutto come la fame e pericoloso come un enigma di Saw, risale al 2011:

Snowstorm, come si può vedere nel video pubblicato dal team su Facebook ha un aspetto decisamente migliore, e più sicuro, oltre ad avere alle spalle qualche ricerca ulteriore rispetto a “mettiamo insieme un drone gigante nel mio garage e incolliamoci sopra un sellino”. Snowstorm è alimentato a batteria, come tutti i droni, e ha un’autonomia di cinque minuti circa. Può sembrare poco, ma il primo volo dei fratelli Wright è durato dodici secondi, giusto per fare un paragone.

Fonte foto copertina: National University of Singapore