Il social di Donald Trump non si ferma e continua a guadagnare in Borsa. Ecco tutti i numeri di ‘Truth’.

ROMA – Il social di Donald Trump vola in Borsa. L’ex presidente americano non ha nessuna intenzione di abbandonare la politica e la decisione di aprire un nuovo portale è in ottica anche 2024. L’obiettivo è quello di riconquistare i social e la scelta di mettere in campo è un primo passo.

I primi segnali, come riportato dal Corriere della Sera, sono sicuramente positivi visto che nei primi giorni della quotazione in Borsa c’è stato un guadagno superare al 350%. Si tratta di un numero destinato ad aumentare nei prossimi giorni, ma bisognerà capire se si è trattato solo dell’esordio oppure il trend continuerà anche in futuro.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Donald Trump e l’obiettivo di ritornare ad essere amato sui social

Il primo obiettivo da parte di Donald Trump è quello di riconquistare i social. La decisione di Facebook e Twitter di escluderlo non è stata accettata da parte dell’ex presidente americano e per questo si è deciso di mettere online un portale personale.

Nei prossimi mesi si capirà quante persone questo social riuscirà ad attirare. Solo dopo si capirà le possibilità da parte dell’ex tycoon di ritornare alla Casa Bianca.

Donald Trump
Donald Trump

L’idea di candidarsi nel 2024

L’idea da parte di Donald Trump è quella di ritornare in campo nel 2024. La prima prova politica sono sicuramente le elezioni del 2022, un passaggio fondamentale per capire se la politica di Biden è piaciuta oppure si potrebbero aprire le porte ad un ritorno dell’ex presidente alla Casa Bianca.

I prossimi mesi potrebbero rivedere Trump ancora una volta in politica in congressi e incontri con i propri elettori per cercare di ritornare a guidare il Paese. Il cammino resta ricco di ostacoli, ma non ci sono passi indietro da parte dell’ex tycoon.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 24-10-2021


Mps-Unicredit, stop alla trattativa

Nodo pensioni, due ipotesi per superare lo stallo prima del Cdm sulla Manovra