Restano dubbi sulla presenza di politici italiani nel rapporto della Cia sui fondi russi.

Nella lista degli Stati dove alcuni partiti sarebbero finanziati dai soldi russi ci potrebbe essere anche l’Italia. Il presidente del Copasir Urso ha detto da Washington che “al momento non risulta ma le cose potrebbero cambiare”. Non è una reale smentita quindi e partiti italiani potrebbero far parte di quelli che hanno ricevuto soldi da Mosca al fine di interferire con la politica e condizionarne l’andamento. Il dossier arriva a dieci giorni dalle elezioni e la tensione è altissima.

Alcuni analisti ritengono che la tempistica abbia a che fare proprio con le nostre elezioni e si tratti di una sorta di avviso per chi vincerà le elezioni sull’atteggiamento da tenere nei confronti di Washington. I partiti e il governo in carica chiedono informazioni chiare per sciogliere i dubbi prima di andare al voto domenica prossima.

Congresso Usa
Congresso Usa

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Urso a caccia di certezze sui partiti italiani

Ancora nessun chiarimento arriva dal dipartimento di stato, tranne che questi finanziamenti andrebbero avanti dal 2014. Non risultano ancora contatti ufficiali con la Farnesina mentre altre ambasciate interessate sono state già contattate come Albania, Montenegro, Ecuador. Urso è in missione negli Stati Uniti per chiedere chiarimenti diretti all’istituzione che ha fornito queste informazioni.

“E’ utile che siano informati prima possibile sia il governo italiano che il nostro Parlamento perché siamo oggettivamente in un momento delicatissimo. Abbiamo ancora almeno una settimana di campagna elettorale e dobbiamo evitare di alimentare polemiche o campagna di denigrazione che fanno il gioco dei nostri avversari”. Ha avvisato il presidente del Copasir. “Proprio quello a cui puntano Russia e Cina. Minare la fiducia dei nostri cittadini nelle nostre istituzioni, nei confronti del processo democratico, dei nostri partiti.”

Al momento Urso ha la certezza, scritta dall’ex ambasciatore Usa alla Nato Kurt Volker che il suo partito, Fratelli d’Italia ha “zero contatti” con la Russia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 15-09-2022


Conflitto Armenia-Arzebaigian, accettato cessate il fuoco 

Papa in Kazakhistan: “Siamo un’unica famiglia”