Gran Bretagna, la sorellastra di Meghan Markle nella lista nera di Scotland Yard

La sorellastra di Meghan Markle è finita nel mirino della polizia della Gran Bretagna. Il motivo? Il rapporto non idilliaco con la moglie di Henry.

LONDRA (GRAN BRETAGNA) – Il matrimonio tra il principe Henry e Meghan Markle era stato al centro di diverse polemiche con la sorellastra Samantha Grant che aveva definito la donna come “un’arrampicatrice” e mettendo seri dubbi sul sentimento verso il reale. Parole che non sono piaciute a Scotland Yard tanto da metterla – secondo il Times – nella lista nera. Un nome segnalato al reparto di sicurezza che ha il compito di difendere tutti i membri della famiglia reale.

Le due non si parlano da tanto tempo e proprio per questa ossessione nei confronti della sorella più piccola viene tenuta sotto controllo anche se si tratta solamente di una precauzione, visto che non ci sono rischi imminenti.

Meghan Markle
Meghan Markle (fonte foto: https://www.facebook.com/HRHTheDuchessOfSussex/)

Gran Bretagna, la sorella di Meghan Markle nel mirino di Scotland Yard

La presenza di Meghan Markle nella famiglia reale ha sempre fatto discutere. Sin dall’inizio si è parlato di rapporti non ottimi con la cognata Kate ma tutte voci smentite dalle dirette interessati che non hanno mai dimostrato grandi disaccordi nelle uscite pubbliche. Maggiore tensione, invece, con la famiglia di origine. La madre, il padre e la sorellastra non hanno mai avuto un rapporto idilliaco con la moglie di Henry.

Proprio quest’ultima in varie occasioni ha parlato male di Meghan mettendo in risalto la sua voglia di arrivare in alto anche sacrificando un sentimento importante come l’amore. Atteggiamenti e parole che hanno consigliato Scotland Yard a scrivere il suo nome nella lista nera. Una situazione che ha avuto la sua accelerata negli ultimi mesi del 2018 quando Samantha si è presentata a Buckingham Palace per portare una lettera a Meghan che però non l’ha mai ricevuta.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/HRHTheDuchessOfSussex/

ultimo aggiornamento: 05-01-2019

X