Spagna, Sanchez (Psoe) ottiene da Felipe l’incarico di formare il Governo

Il re Felipe ha incaricato Pedro Sanchez di formare un nuovo Governo. Il Psoe ha vinto le ultime elezioni ma non ha la maggioranza assoluta.

MADRID – Pedro Sanchez formerà il nuovo governo spagnolo. Al termine di due giorni di consultazioni, infatti, il re Felipe VI ha conferito al premier uscente l’incarico di dar vita a un nuovo esecutivo. Lo ha annunciato il presidente del Parlamento Meritzell Batet, come riporta El Mundo.

Psoe centrale ma senza maggioranza

O governa il Psoe o governa il Psoe“. Queste le parole di Sanchez prima di varcare la soglia della Mocloa dopo aver accettato l’incarico. Il segretario del partito socialista ha annunciato che la prossima settimana incontrerà le tre principali forze politiche, il Partito Popolare, Ciudadanos e Podemos. Sanchez, pur avendo vinto le elezioni del 28 aprile scorso, non ha ottenuto i numeri per fare un governo da solo.

Pedro Sanchez
fonte foto https://www.facebook.com/pedro.sanchezperezcastejon/

Sanchez, i numeri in Parlamento

Le elezioni dello scorso 28 aprile hanno visto l’affermazione del Psoe con 123 seggi. La maggioranza parlamentare è fissata a 176. I popolari sono crollati a 66 eletti, seguono i liberali di Ciudadanos con 57, la sinistra radicale Unidas Podemos e i suoi alleati regionali a quota 42, la destra radicale di Vox a 24, Sinistra Repubblicana di Catalogna (15), Junts per Catalunya (7), il Partito Nazionalista Basco (6), Bildu (4), Coalición Canaria e Navarra Suma (2) ciascuno, il Partito Regionalista della Cantabria e Compromís (1 ciascuno).

Spagna, quale governo?

Al momento l’unica ipotesi possibile è quella di una colazione con il partito Podemos per raggiungere i 165 seggi e poi chiedere aiuto agli indipendentisti. Poi, per Sanchez, c’è la strada del governo di minoranza.

ultimo aggiornamento: 07-06-2019

X