Inter, Spalletti: “Qualità e professionalità, la mia è una squadra perfetta”

Il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, ha elogiato il suo gruppo. Ma per lo Scudetto è dura: “Juve e Napoli sono più attrezzate”.

chiudi

Caricamento Player...

“È vero, mi aspettavo di fare il cuoco con altri ingredienti, ma sono soddisfatto e la squadra è perfetta”. Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti, ha parlato dell’ultima campagna acquisti portata avanti dal club nerazzurro. “La qualità dei ragazzi è altissima – ha dichiarato l’ex romanista – ho trovato gente disponibile, motivata, professionisti veri. Borja Valero e Vecino sono giocatori che mancavano a questa squadra: non solo tecnicamente, ma anche per quello che danno. Non staccano mai la spina. Gabigol? Giusto sia andato a giocare, vediamo se ci siamo sbagliati noi nelle valutazioni”.

Serie A, terza giornata: l’Inter ospita la Spal a San Siro

Nel corso dell’intervista, Spalletti, fra le altre cose, ha parlato della difesa dell’Inter, spendendo parole d’elogio per Miranda e Skriniar: “Manca un centrale, ma posso garantire che Ranocchia e D’Ambrosio sono difensori da Inter. Non conta il passato, conta quello che vedo. Miranda è veloce e straordinario per come si adatta agli avversari. Skriniar? L’anno prossimo tutti i club del mondo ce lo chiederanno: non sarà bello da vedere, ma è terribilmente efficace. Dalbert ha un piede meraviglioso”.

Una considerazione anche su Ivan Perisic, rimasto all’Inter dopo un’estate piuttosto turbolenta: “È tutto a posto: lui aveva forzato la mano, la società gli ha spiegato che non sarebbe partito. È un atleta impressionante, mette la squadra al primo posto. Deve solo imparare a venire 5 metri dentro il campo: può far male anche lì, non solo in fascia. Mauro Icardi? È un campione, un ragazzo buono, un professionista. Voglio fargli sentire la massima fiducia”. Infine, si parla di Scudetto: “Partiamo da un grande distacco rispetto alle prime, ma possiamo fare molto bene. Juve e Napoli sono più attrezzate, la squadra di Sarri poi è perfetta per come gioca. La Roma ha il centrocampo migliore, ha una scocca e un motore molto forti. Il Milan? È un avversario fortissimo. E il derby varrà doppio: per la classifica e per la vita… in città”.