Pallotta: “Potevamo e dobbiamo cambiare politica sui giovani, perché abbiamo tanti giocatori di talento che potrebbero far prendere una pausa ai titolari

Momento no della Roma, rispunta Pallotta. Continua la serie di risultati negativi incassati dalla Roma in quelle che potrebbero essere partite chiave della stagione: dalla Lazio al Lione passando per il Napoli, la formazione giallorossa ha parzialmente compromesso quanto di buono costruito fino a questo mese di marzo. La situazione non è stata accolta a cuor leggero dal presidente James Pallotta, il quale è intervenuto ai microfoni di una radio sudamericana – ‘Sirius XM FC’ – per fare il punto sulla situazione della squadra: “”Ho visto la partita contro il Lione e la cosa frustrante è stata che abbiamo giocato bene e avuto diverse occasioni da goal, ma penso che nel finale di gara fosse finita la benzina. Abbiamo giocatori che stanno giocando tanto, sia a causa degli infortuni sia perché la scorsa estate non abbiamo fatto tutte le scelte giuste su chi tenere e chi cedere“.

Pallotta contro Spalletti

Mi piacciono molti giocatori giovani che abbiamoha continuato il numero uno giallorosso. Potevamo e dobbiamo cambiare politica sui giovani, perché abbiamo tanti giocatori di talento che potrebbero far prendere una pausa ai titolari, come fanno altre squadre. A cinque minuti dalla fine, ad esempio, Strootman non rientrava, camminava quasi, e non certo per attitudine, lui è un guerriero“.

Sirene bianconere per Spalletti

Le parole di Pallotta sottolineano un diffuso malumore in casa Roma e fanno seguito alle dichiarazioni dello stesso Spalletti, il quale ha a più riprese sottolineato il clima di incertezza che circonda il suo futuro. Il tecnico toscano ha infatti gettato più di un’ombra sulla sua permanenza nella capitale, e c’è già chi parla di un futuro alla Juventus, squadra che potrebbe rimanere orfana di un Allegri alla ricerca di nuovi stimoli e nuove avventure.

Juventus

ultimo aggiornamento: 11-03-2017


Montella al veleno: “Massa mi ha detto che ha deciso lui”

Presunti danni allo spogliatoio Juve, “No comment” del Milan