Sparatoria a Colorado Springs. Un uomo ha aperto il fuoco ad una festa di compleanno e poi si è tolto la vita. Indagini in corso.

COLORADO SPRINGS (STATI UNITI) – Sparatoria a Colorado Springs nella serata italiana di domenica 9 maggio 2021. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, un uomo ha aperto il fuoco ad una festa di compleanno per poi togliersi la vita. Il bilancio è di almeno sei morti.

Il movente di questo gesto ancora non è chiaro. Le autorità locali hanno aperto un’indagine per cercare di ricostruire meglio l’accaduto e capire cosa ha portato l’assalitore a sparare contro la folla. I punti da accertare sono ancora diversi e nei prossimi giorni saranno effettuati tutti gli approfondimenti del caso per ricostruire i motivi di questo accaduto.

La sparatoria

La sparatoria è avvenuta ad una festa di compleanno a Colorado Springs. Le persone erano ad una festa in trailer park quando, per motivi ancora da accertare, hanno sentito esplodere i colpi dall’assalitore. Il bilancio è di almeno sei morti, ma le autorità locali preferiscono mantenere il massimo riserbo.

L’uomo subito dopo si è tolto la vita e sono in corso tutti gli approfondimenti del caso. Alla festa, secondo le ultime indiscrezioni, c’era anche la fidanzata dell’assalitore. I punti da chiarire sono diversi e nei prossimi giorni saranno ascoltati nuovamente le persone presente alla festa.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

L’emergenza armi negli Usa

Una tragedia che conferma ancora una volta una emergenza armi negli Stati Uniti. Il presidente Biden ha deciso di dare vita ad una stretta per evitare altre tragedie simili. Ma il provvedimento è stato molto contestato dai cittadini. L’ennesima sparatoria, però, dovrebbe portare la Casa Bianca ad accelerare su questo tema per consentire di rendere molto più sicuro un Paese che sta cambiando. E nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità su questo argomento.


Somalia, attacco terroristico a Mogadiscio: diverse le vittime

WSJ, retroscena sul divorzio tra Bill Gates e Melinda