Sparatoria in Florida. Tre uomini armati di fucili hanno aperto il fuoco in una sala eventi: ci sono vittime.

HIALEAH (STATI UNITI) – Due morti e almeno 25 feriti. E’ questo il bilancio di una sparatoria in Florida avvenuta nella mattinata italiana di domenica 30 maggio. Secondo quanto riferito dall’Adnkronos, tre persone armate di fucile sono entrate in una sala eventi e hanno aperto il fuoco sulla folla.

E’ in corso un’indagine per cercare di ricostruire meglio l’accaduto e risalire ai responsabili di questo attacco. “Crediamo che sia un atto mirato di violenza armata – il commento delle autorità locali – questo è un gesto spregevole e codardo“.

Il bilancio

Il bilancio di questo attacco è di almeno due morti e 25 feriti. Delle persone rimaste coinvolte nella sparatoria una è in gravi condizioni mentre le altre, nonostante alcune siano state trasportate in ospedale, non dovrebbero essere in gravi condizioni.

Secondo le prime informazioni rilasciate dai media locali, nella sala eventi era in corso un concerto quando, per motivi ancora da accertare, i tre uomini armati sono entrati ed hanno aperto il fuoco sulla folla.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

L’ennesima tragedia scuote gli Stati Uniti

Una tragedia che arriva a pochi giorni da quella di San Jose e soprattutto riapre la questione della stretta sulle armi negli Usa. Il presidente Biden in più di un’occasione ha ribadito la necessità di fare un passo su questa norma e rendere sempre più complicato l’acquisto delle armi per evitare altre vicende simili.

Una proposta che ha sempre diviso gli Stati Uniti in due e mai trovato un punto di incontro. La Casa Bianca, comunque, su questo tema sembra essere intenzionata a proseguire per la propria strada e nelle prossime settimane ci potrebbero essere delle importanti novità sul provvedimento. La speranza è sempre quella di porre il prima possibile fine a queste tragedie.


Palermo, coppia gay aggredita da una baby gang

I numeri dell’emergenza coronavirus, il punto della settimana