Napoli, sparatoria contro la storica pizzeria Di Matteo

Nuova sparatoria in pieno centro a Napoli contro una pizzeria. Nel mirino dei killer il locale Di Matteo in via Tribunali.

NAPOLI – Dopo Sorbillo è toccato a Di Matteo subire un atto intimidatorio. Nella notte tra il 24 e il 25 febbraio 2019 alcuni sconosciuti hanno sparato contro la saracinesca della storica pizzeria situata in via dei Tribunali a Napoli. Il locale è stato reso celebre nel 1994 dalla famosa pizza ‘a libretto’ mangiata da Donald Trump durante il G7.

Sull’asfalto sono stati trovati nove colpi mentre altri quattro sono rimasti intrappolati nella saracinesca. Indagano gli inquirenti che pensano ad uno scontro tra i camorristi per il controllo del racket delle estorsioni. Sono in corso tutti gli accertamenti per individuare i responsabili di questa sparatoria. I proprietari smentiscono qualsiasi azione mirata perché non hanno ricevuto nessuna minaccia.

Carabinieri
Pattuglia dei carabinieri (fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Sparati colpi di pistola contro la pizzeria Di Matteo a Napoli, il proprietario: “Nessuna intimidazione”

Nessuna intimidazione e di conseguenza nessun atto mirato. E’ questa l’idea di Vincenzo Di Matteo, il proprietario della pizzeria riportato dal sito di Repubblica: “Non abbiamo mai subito minacce da nessuno altrimenti avremmo denunciato la vicenda. Siamo stufi anche perché si spara tutte le sere con le cosiddette stese. Oggi è capitato a noi ma non voglio dimenticare quanto successo al collega Sorbillo. Chiediamo subito un intervento in sicurezza per farci lavorare“.

Il Governo – sottolinea Di Matteo – la città non possono più stare a guardare. Siamo impauriti come un genitore che teme per un figlio che esce di sera. Non possiamo pensare di chiudere una pizzeria che dà lavoro ad una trentina di persona solo perché di sera si spara all’impazzata. Serve prevenzione, non aspettiamo che succeda un guaio“.

Nessuno stop da parte da parte della pizzeria che subito dopo i rilievi dei carabinieri ha riaperto i battenti per dimenticare quanto successo.

fonte foto copertina https://pixabay.com/it/polizia-carabinieri-auto-3394767/

ultimo aggiornamento: 25-02-2019

X