Parigi, sparatoria sul set del video musicale del rapper Booba. Il bilancio è di tre feriti. Le loro condizioni non sono gravi.

Notte di paura a Parigi per una sparatoria avvenuta sul set dell’ultimo video musicale del rapper Booba. Il bilancio definitivo è di tre persone lievemente ferito. Illeso invece l’artista che aveva già lasciato il set dove è avvenuto il violentissimo scontro a fuoco.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Sparatoria sul set del video musicale del rapper Booba

La sparatoria è avvenuta sul set allestito in un hangar dismesso situato a Aulnay-sous-Bois, a Parigi.

Secondo le ricostruzioni fornite dai media locali, tra cui Europe 1, venti persone circa hanno fatto irruzione sul set sparando ad alzo zero. Il bilancio del blitz è di tre feriti che fortunatamente non vertono in gravi condizioni.

Il rapper aveva lasciato il set e non è rimasto coinvolto nello scontro a fuco

Al momento della sparatoria il rapper Booba aveva già lasciato il set e non sarebbe rimasto coinvolto nello scontro a fuoco.

Le indagini degli inquirenti

Al momento dell’arrivo delle forze dell’ordine, gli aggressori avevano già abbandonato la scena dileguandosi e facendo perdere le proprie tracce.

La sensazione degli inquirenti è che il blitz possa rappresentare un monito rivolto direttamente all’artista o una sorta di regolamento di conti.

Proprio per questo motivo si ipotizza che lo stesso artista possa fornire informazioni utili per risalire ai responsabili del gesto che hanno messo a repentaglio la vita di decine di persone. Anche se la sensazione, che dovrà essere confermata dagli inquirenti in seguito alle analisi balistiche, è che lo scopo dei malviventi non fosse quello di fare vittime nel corso dell’assalto armato.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-08-2019


Tragedia a Mykonos, morto un ragazzo italiano

Ryanair, sciopero confermato per il 22 e il 23 agosto: i voli cancellati e quelli a rischio