Sparatoria al funerale di Nipsey Hussle, un morto e tre feriti

Agguato e sparatoria al funerale di Nipsey Hussle, un morto e tre feriti

Sparatoria al funerale di Nipsey Hussle, il rapper ucciso a Los Angeles lo scorso 31 marzo. Il bilancio è di un morto e tre feriti.

Non c’è pace per il rapper Nipsey Hussle. In occasione del funerale del musicista, ucciso lo scorso 31 marzo a Los Angeles, c’è stata una sparatoria che ha causato un morto e almeno tre feriti, stando alle prime indiscrezioni.

Agguato e sparatoria al funerale di Nipsey Hussle, un morto e tre feriti

Dopo la funzione funebre per Nipsey è avvenuto un agguato – molto probabilmente premeditato – all’altezza della 103esima strada. Stando a quanto riferito dagli organi di stampa, una macchina avrebbe affiancato tre uomini che si volevano andare a dare un ultimo saluto al rapper ucciso.

Gli inquirenti ipotizzano un regolamento di conti nell’ambito di una faida tra gang. La Polizia ha sollevato la questione sicurezza chiedendo che vengano presi provvedimenti perché si mette fine all’ondata di violenza dilagante nelle strade della città.

Sulla sparatoria sono in corso le indagini degli inquirenti che sono alla ricerca dei responsabili.

Nipsey Hussle
Fonte foto: https://www.facebook.com/nipseyhussle/

La morte di Nipsey Hussle, il rapper ucciso a colpi di pistola a pochi metri dal suo negozio a Los Angeles

Niplsey Hussle, con un trascorso che lo aveva portato ad avere a che fare con il mondo delle gang, una cosa purtroppo non inconsueta per chi nasce e cresce nei quartieri difficili di Los Angeles, è stato ucciso lo scorso 31 marzo a colpi di pistola. Il rapper è stato freddato a pochi metri dal suo negozio di abbigliamento a L.A.

ultimo aggiornamento: 12-04-2019

X