Roberto Speranza in audizione alla Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale: “Vogliamo trasformare la crisi in opportunità”.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha parlato in audizione alla Commissione parlamentare alla Camera e ha fatto il punto sugli investimenti per il settore della Sanità con i soldi del PNRR italiano.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Pnrr e Sanità, il Ministro della Salute Roberto Speranza in audizione alla Commissione parlamentare per il federalismo fiscale

Vogliamo chiudere la stagione dei tagli al Servizio sanitario nazionale e aprire quella degli investimenti“, ha assicurato il ministro della Salute Roberto Speranza in audizione alla Commissione parlamentare per il federalismo fiscale.

Investiremo 4 miliardi per modernizzare la strumentazione tecnologica degli ospedali con più di 5 anni. Investiamo 2 miliardi sulla formazione del personale. Più borse di studio per i medici di medicina generale, 4.200 contratti in più per le borse di specializzazione del medici e poi la formazione continua in particolare sulle competenze manageriali e digitali e sulla grande questione delle infezioni della resistenza agli antimicrobici“, ha spiegato Speranza illustrando parte del piano di investimenti.

Due miliardi dei fondi previsti per il Recovery andranno sulle case di comunità, luoghi di assistenza sanitaria e primo accompagnamento verso le cure. Saranno finanziate fino 1.350 case di comunità dove c’è la prima assistenza e prima risposta di carattere sociale e sanitario, dove ci sarà la presa in carico sanitaria con le cure primarie. Avere un primo luogo di contatto tra cittadino e Servizio sanitario nazionale“, ha proseguito il ministro Speranza.

Noi dentro questa nuova fase dell’epidemia, con una tasso significativo di vaccinazioni, vogliamo trasformare la crisi in opportunità un concetto fondamentale nella stesura del piano nazionale di ripresa e resilienza“, ha aggiunto il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

L’emergenza sanitaria e la campagna di vaccinazione

Speranza ha poi parlato della gestione dell’emergenza sanitaria e della campagna di vaccinazione: “La campagna di vaccinazione è l’arma essenziale. Non dobbiamo dimenticare le settimane più difficili che abbiamo vissuto, avevamo quasi 30mila persone in ospedale fino a due mesi e mezzo fa, oggi siamo sotto 1.500 persone quindi -95% ricoveri. Avevamo 3.800 persone in terapia intensiva, oggi siamo a a 190 anche in questo siamo a -90%. Anche la mortalità, e io ripeterò che finche c’è anche solo un decesso per me c’è una battaglia ancora non vinta, grazie ai vaccini è scesa con numeri inferiori rispetto a prima“.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 07-07-2021


Legge anti-Lgbtq, von der Leyen contro l’Ungheria. L’Ue potrebbe bloccare il Pnrr ungherese. Meloni, “Ricatto inaccettabile”

Cittadinanza a Zaki, la Camera approva la mozione. FdI si astiene