Incontro con le Regioni per nuovi parametri del monitoraggio, Speranza: “Il modello ha funzionato, ora aggiornare gli indicatori”.

Nel corso della riunione con le Regioni sui nuovi parametri per il monitoraggio dell’epidemia, il ministro della Salute Roberto Speranza avrebbe evidenziato come il modello adottato fino a questo momento ha funzionato. Ora però è il momento di superare questo sistema e aggiornare i parametri per il monitoraggio.

Superare l’indice Rt, l’incontro sui nuovi parametri per il monitoraggio

Nel vertice del 12 maggio, Regioni e governo si sono confrontati sui nuovi parametri per il monitoraggio. Il confronto nasce dalla richiesta delle Regioni di superare l’indice Rt tradizionale. Richiesta accolta anche dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro, il quale ha specificato che in questa nuova fase dell’emergenza si debbano aggiornare i parametri.

Coronavirus
Coronavirus

Speranza, “Il modello adottato in questi mesi ha funzionato. Ora lavoriamo per adeguare il modello”

Stando a quanto riferito dall’Adnkronos, il ministro della Salute Roberto Speranza ha comunicato alle Regioni che il modello utilizzato fino a questo momento ha funzionato. Detto ciò il Ministero è al lavora con l’Istituto Superiore di Sanità per aggiornare e adeguare il modello per il monitoraggio. Speranza inoltre avrebbe anticipato che il nuovo modello dovrebbe concentrarsi soprattutto sull’incidenza e sulla pressione sul sistema sanitario nelle singole regioni.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

L’indice Rt ospedaliero

L’ipotesi che ha preso piede in questi giorni è quella di sostituire l’indice Rt con un indice Rt ospedaliero, quindi un parametro in grado di monitorare la situazione negli ospedali delle singole Regioni. Il nuovo indicatore si concentrerebbe quindi sulla tenuta del sistema sanitario e non sui nuovi casi. Nel nuovo sistema di monitoraggio però avrebbe un ruolo-chiave l’incidenza.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 12-05-2021


Coprifuoco, matrimoni, centri commerciali, cosa cambia. Le nuove date

Coprifuoco, matrimoni, vaccini e migranti: il premier Draghi alla Camera