Il ministro della Salute Roberto Speranza ha parlato della sospensione di AstraZeneca agli under 60 e alle reazioni delle Regioni. La Lombardia in un primo momento aveva bloccato la somministrazione della seconda dose con un vaccino diverso, come indicato dal Cts e dal Ministero della Salute. Poi la Regione ha fatto un passo indietro dopo un confronto con l’Aifa.

AstraZeneca, il messaggio di Speranza: “Vietato l’uso sotto i 60 anni, le Regioni si allineino”

Parlando con i giornalisti, il ministro della Salute Roberto Speranza ha ribadito la posizione per quanto riguarda AstraZeneca: il vaccino deve essere somministrato esclusivamente a soggetti di età pari o superiore ai 60 anni di età. Per quanto riguarda gli under 60 che hanno fatto la prima dose con AstraZeneca, il ciclo vaccinale deve essere completato con un vaccino mRNA (Pfizer o Moderna). Quindi con un mix di vaccini.

“Abbiamo un messaggio chiaro su AstraZeneca, cioè vietare l’uso sotto i 60 anni e questo vale sia per la prima sia per la seconda dose e per questo per la seconda dose si useranno vaccini mRNA. Questa è una posizione chiara, netta delle nostre autorità e chiediamo alle autorità regionali di allinearsi ai piani nelle prossime settimane”.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Roberto Speranza
Roberto Speranza

I dati sulla vaccinazione eterologa

Parlando della vaccinazione eterologa, quindi con due vaccini differenti, Speranza ha comunicato che gli studi attualmente a disposizione sono incoraggianti.

“Quanto alla vaccinazione eterologa , ci sono studi incoraggianti che indicano una risposta addirittura migliore. Come sempre, dobbiamo affidarci ai nostri scienziati”.

Vaccino Covid AstraZeneca
Vaccino Covid AstraZeneca

Speranza, Dobbiamo continuare a lavorare perché il numero dei morti diventi zero”

Il ministro della Salute ha poi parlato dell’andamento della campagna di vaccinazione facendo sapere che nel corso dei prossimi sette giorni la quasi totalità della popolazione italiana dovrebbe essere in zona Bianca.

“Siamo fiduciosi che il numero dei morti possa scendere e spero che il 95% degli italiani sia in zona bianca nei prossimi 7 giorni e poi tutta Italia in zona bianca. Dobbiamo lavorare perché il numero dei morti diventi zero, ma tutto ciò è possibile grazie ai vaccini. Continuiamo a lavorare insieme in squadra”.

TAG:
coronavirus primo piano vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 13-06-2021


Terminato il primo G7 in presenza dall’inizio della pandemia. Bilaterale tra Draghi e Biden

G7, Draghi: “La Cina è una autocrazia. Sul clima serve un accordo ambizioso e duraturo”