Spesa pubblica, cala in Europa ma vola in Italia

In Italia la spesa pubblica cresce alla luce dell’introduzione di manovre come il Reddito di Cittadinanza. Unione europea preoccupata dai bilanci di Roma.

Se l’opinione pubblica italiana continua a concentrarsi sulla lite continua tra Salvini e Di Maio sul caso Siri, in Europa in primo piano restano i conti dell’Italia. Nella giornata di martedì 7 maggio l’Ue presenterà le proprie previsioni economiche e le notizie che emergono non sembrano propriamente positive per il governo di Roma.

Quota 100 e Reddito di Cittadinanza, una spesa ingente per lo Stato

I dati recenti pubblicati da la Stampa evidenziano come, anche alla luce del Reddito di Cittadinanza e Quota 100, il debito pubblico dello Stato è aumentato a differenza di quanto accaduto negli altri paesi europei. Si tratta di una conseguenza prevista e messa in bilancio dal governo italiano che spera in un aumento degli investimenti da parte della popolazione per rilanciare l’economia. Mettendo da parte le previsioni però, i dati attuali, quelli al vaglio di Bruxelles, non sono premianti per l’Italia.

Soldi
fonte foto https://pixabay.com/photos/euro-money-bank-note-checkout-1306189/

La missione di Giovanni Tria: evitare l’aumento dell’Iva senza cancellare le proposte del governo

In diverse occasioni dopo la presentazione del Documento di Economia e Finanza, Giovanni Tria ha parlato del rischio di aumento dell’Iva. Si tratta di una clausola da scongiurare con l’inserimento di iniziative in grado di rilanciare l’economia italiana senza dover fare ricorso a nuove pressioni fiscali. Esclusa al momento l’ipotesi di recuperare i fondi dal taglio della spesa pubblica. L’Italia ha già alleggerito i costi e sembra realisticamente difficile riuscire a guadagnare altri miliardi da una spending review che potrebbe comportare una serie di disservizi.

Giovanni Tria
Giovanni Tria

Lotta all’evasione fiscale, una misura necessaria ma non sufficiente

Una possibile fonte di liquidi potrebbe essere la lotta all’evasione fiscale. La proposta è stata rilanciata anche dal Ministero dell’Economia che ha voluto sottolineare come la lotta al nero potrebbe dare nuovo slancio ai conti italiani. Non si tratterebbe di una mossa decisiva e sufficiente a disinnescare il rischio di aumento dell’Iva, ma potrebbe essere una condizione necessaria.

ultimo aggiornamento: 06-05-2019

X