IVA e Split Payment. Norme e Regole si questa misura

Split payment come funziona, cosa conoscere sulla materia

Il funzionamento dello Split Payment e la Legge di Stabilità 2015

Dal 2015 lo Split Payment

Nella Legge di Stabilità del 2015 viene introdotto il meccanismo dello split payment per tutti rapporti economici relativi alla pubblica amministrazione.

Ma cos’è lo Split Payment?
Attraverso il meccanismo dello split payment sono di fatto spostati gli obblighi di versamento dell’imposta, a favore dei rapporti con gli enti pubblici che vengono indicati all’art. 17–ter del DPR 633/1972, dal soggetto cedente/prestatore all’ente pubblico stesso.
L’ufficio della pubblica amministrazione, non corrisponde più l’IVA al soggetto fornitore, la verserà invece in maniera diretta nelle casse dell’Erario attraverso modalità e termini fissati con il decreto del ministro dell’economia emanato nel 2015.
Lo Split Payment si può considerare un Sostituto d’Imposta?
In sostanza si, tale tipologia di pagamento funziona un po’ da sostituto di imposta per l’IVA. Vengono escluse da questo meccanismo di pagamento, tutte le operazioni per le quali l’ente pubblico è debitore d’imposta, in quanto soggetto agli obblighi definiti di reverse charge, e sono altresì esclusi anche i compensi elargiti per le prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito, un esempio di queste ultime sono quelle relative ai professionisti.
Questo pagamento viene applicato alle operazioni fatturate a partire dal 1° gennaio 2015 per le quali l’esigibilità dell’imposta si vada verificando successivamente a quella data.

Gli aspetti contabili del pagamento Split

Dal 1 gennaio del 2016 le imprese hanno dovuto gestire con molta più attenzione, rispetto a prima dell’entrata in vigore del Dl, tutte le operazioni ed i rapporti con la Pubblica Amministrazione, tenendo presente che la relativa IVA deve essere annotata nel registro vendite in maniera regolare, ma non concorre – nel contempo – alla liquidazione IVA periodica.
In conclusione va ricordato che nella fattura l’importo dell’IVA è soggetta a split payment, che l’ente pubblico non versa al fornitore ma alle casse dello Stato.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 12-05-2017

X