Stadio Roma, Pallotta: "La società non c'entra nulla, andremo avanti"

Stadio Roma, Pallotta fiducioso: “La società non c’entra, lo costruiremo lo stesso”

Dopo gli arresti di questa mattina, il presidente della Roma, James Pallotta, torna a farsi sentire sulla questione stadio.

Roma è piombata nel caos dopo gli arresti, questa mattina, di molti politici e imprenditori legati alla questione stadio. A cercare di tranquillizzare tifosi e cittadini è stato il presidente della Roma, James Pallotta, che ha voluto assicurare come il tutto non sconvolgerà il prosieguo dell’iter per la costruzione dell’impianto.

Queste le sue parole, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Com’è stato detto ufficialmente, la Roma non c’entra nulla. Tutto ciò non avrà alcuna influenza sullo stadio“.

Stadio Roma, Pallotta: “Si farà, tutti lo vogliono

Il numero uno giallorosso tranquillizza i tifosi su alcune voci che lo vorrebbero pronto alla cessione della società in caso di nuovi problemi riguardanti al progetto stadio. Questa la sua risposta: “Non ho mai detto di voler vendere. Solo in caso di ritardi, non vedo perché debbano esserci ritardi visto che il club non ha fatto niente di male. Dovremmo aver approvato lo stadio e non vedo perché debba bloccarsi l’iter. Tutti lo vogliono, costruiamolo“.

E se lo stadio non dovesse farsi? Pallotta è laconico: “Allora mi verrete a trovare a Boston. Tutto è stato trasparente, la Raggi ha detto che era tutto ok. Non dovremmo avere problemi. Se ho sentito Parnasi? Non credo abbia il cellulare in galera… Non ho parlato con nessuno“.

Nel video la reazione della Raggi dopo gli arresti di questa mattina:

Fonte foto: https://www.facebook.com/asrorgogliocapitolino1927

ultimo aggiornamento: 13-06-2018

X