Teramo, dottoressa uccisa da uno stalker: il killer si è suicidato

Brutale omicidio all’uscita dell’ospedale Val Vibrata di Sant’Omero, in provincia di Teramo: Ester Pasqualoni, oncologa di 53 anni, è stata uccisa con un coltello. Il suo assassino si è tolto la vita.

TERAMO – Aveva appena finito il turno di lavoro e si apprestava a salire sulla propria auto, parcheggiata fuori dall’ospedale di Val Vibrata di Sant’Omero. In quel momento, Ester Pasqualoni, medico oncologico di 53 anni, è stata aggredita brutalmente da un uomo armato di coltello: il fendente al collo è stato fatale, uccidendo la dottoressa all’istante. L’allarme è stato dato da un dipendente del nosocomio abruzzese che ha trovato il corpo della donna a terra in una pozza di sangue. La donna, nata sempre in provincia di Teramo nel 1964, lascia due figli.

Omicidio Teramo, l’assassino si è tolto la vita

Il killer di Ester Pasqualoni, la 53enne oncologa assassinata davanti all’ospedale di Sant’Omero, si è suicidato nel suo appartamento di Martinsicuro. Secondo quanto riferito dagli investigatori (le verifiche sono ancora in corso), dovrebbe trattarsi di uno stalker, “una persona che dava fastidio alla vittima”.

Ester, morta poco dopo l’aggressione (la donna sarebbe stata accoltellata alla gola), era la responsabile del day hospital oncologico dell’ ospedale. “È morta tra le mie braccia – ha dichiarato Piergiorgio Casaccia, il medico del pronto soccorso intervenuto per primo sulla dottoressa -. Una cosa assurda pensare che era Ester. Ero in servizio mi hanno avvisato e sono corso. Ho trovato questa persona a terra riversa in una pozza di sangue. Quando sono arrivato non aveva più polso. Ho cercato di capire se potevo fare qualcosa. Ma era chiaro che non c’era più nulla da fare. È passato un altro collega – ha aggiunto, come riporta l’Ansa – e abbiamo coperto il cadavere. Non l’avevo riconosciuta. Poi quando sono arrivati i Carabinieri, hanno visto i documenti e hanno chiesto se lavorava all’ospedale, a quel punto ho capito che era Ester. Intorno c’erano evidenti segni di colluttazione”.

Le denunce di stalking

Ester Pasqualoni aveva presentato all’autorità più di una denuncia per stalking. Una sua amica ha dichiarato: “Aveva presentato due denunce, ma erano state entrambe archiviate. Quell’uomo la perseguitava da diversi anni, la osservava e seguiva, sempre e dappertutto. Si era intrufolato nella sua vita non sappiamo neanche come, con artifici e raggiri. Non era un suo ex, non avevano niente a che fare, era solo ossessionato da lei“.

ultimo aggiornamento: 22-06-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X