La consigliera Kellyanne Conway, figura di spicco alla Casa Bianca, ha annunciato a Trump le proprie dimissioni. Il motivo è stare più vicina ai figli.

WASHINGTON (USA) – Kellyanne Conway ha annunciato di essersi dimessa dall’incarico di consigliere di Donald Trump. La notizia è riportata da Bbc e Cnn. La 53enne ha detto lascerà la Casa Bianca alla fine di agosto per concentrarsi sui suoi figli.

Donald Trump
Fonte foto: https://twitter.com/WhiteHouse

Chi è Kellyanne Conway

Nata nel 1967 nel New Yersey, la Conway si è laureata in Giurisprudenza. Ha lavorato come sondaggista per il Wirthlin Group, molto vicino al partito repubblicano e per Frank Luntz. Nel 1995 ha fondato 1995 The Polling Company e si è occupata di indagini di mercato. Oltre a fornire risultati di indagini è spesso intervenuta in diverse emittenti televisive come commentatrice politica, nel 2012 ha lavorato per il repubblicano Todd Akin.

Partito Repubblicano e Donald Trump

Nell’agosto 2015 viene nominata alla guida del Political Action Committee (PAC) per Ted Cruz, sostenuto dall’azienda Robert Mercer. Dopo la nomina di Trump a candidato il comitato è stato rinominato Make America Number 1 PAC.
A inizio luglio 2016 Trump assume Kellyanne Conway come consulente e pochi giorni dopo diventa direttore della campagna elettorale, che si conclude con l’elezione del tycoon alla Casa Bianca.

https://www.youtube.com/watch?v=sLhsvS4db8I

Il marito contro il tycoon

Nel marzo 2019, il presidente Trump ha risposto alle critiche del marito di Kellyanne, descrivendolo come un “Loser freddo”. Kellyanne ha difeso il presidente affermando che suo marito non è “uno psichiatra” e che ci si aspetta che Trump risponda quando qualcuno, come suo marito George, “professionista non medico, lo accusa di avere un disturbo mentale“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
casa bianca Donald Trump Kellyanne Conway Stati Uniti

ultimo aggiornamento: 24-08-2020


Colpo di stato in Mali, proposta una giunta militare per tre anni

Coronavirus, Trump autorizza la cura con il plasma. Appello ai guariti, ‘Donatelo’