Gli Stati Uniti hanno inserito una taglia da 1 milione di dollari sul figlio di Osama Bin Laden, considerato uno dei leader della jihad.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Da padre in figlio. La lotta degli Stati Uniti contro i Bin Laden non è terminata tanto che Washington ha inserito una taglia da un milione di dollari sul figlio di Osama, Hamza. Secondo le autorità americane lui è uno dei leader della jihad internazionale e proprio per questo è stata messa questa cifra su di lui.

Le ultime indiscrezioni parlano di messaggi audio in cui Hamza incita i fedeli a compiere attacchi contro gli americani per vendicare il padre ma su questo non si hanno particolari certezze. Secondo le ultime indiscrezioni il figlio di Osama sarebbe nascosto nelle montagne al confine tra Aghanistan e Pakistan.

Donald Trump
Fonte foto: https://www.facebook.com/uspresidentdonaldtrumpnews/

Stati Uniti, prosegue la caccia contro il figlio di Osama Bin Laden

Ma di Hamza Bin Laden si sa ben poco. Molto probabilmente è cresciuto insieme alla madre in Iran ma non si esclude un possibile passaggio durante la sua adolescenza in Afghanistan o in Pakistan, territori che lui conosce bene e che ha deciso di farli diventare il suo nascondiglio per fuggire dalla caccia degli americani. Gli Stati Uniti non hanno nessuna intenzione di finire questo inseguimento visto che il regime di Al Qaeda non è stato sconfitto e proprio il figlio di Osama sarebbe uno dei capi.

Una taglia da un milione di dollari su di lui per facilitare una cattura che consentirebbe di sferrare un colpo molto importante al terrorismo. Nei suoi messaggi inviati ai fedeli Hamza non fa altro che chiedere di vendicare la morte del padre tanto che l’Arabia Saudita ha deciso di togliergli la cittadinanza nelle ultime ore. La caccia continua ma l’era della famiglia Bin Laden non è ancora finita.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Donald Trump esteri Hamza Bin Laden Osama Bin Laden Stati Uniti

ultimo aggiornamento: 01-03-2019


Usa, alluvione in California: migliaia di case sommerse dall’acqua

Caos Venezuela, l’ONU boccia le risoluzioni di USA e Russia