Il governo ha deciso di procedere con la proroga dello stato di emergenza per il coronavirus: cos’è e cosa comporta.

Arrivati alla metà del mese di dicembre 2021, il governo ha deciso di procedere con la proroga dello stato di emergenza anche nel 2022. Una decisione considerata necessaria alla luce della ripresa dei contagi.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cos’è e cosa comporta

La prima dichiarazione dello stato di emergenza per il coronavirus risale allo scorso 31 gennaio 2020. Con lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario, si dispone che gli eventi emergenziali di protezione civile diventano di fatto emergenza di rilievo nazionale che devono essere fronteggiati con poteri straordinari. Poteri straordinari che possono e devono essere esercitati per periodi di tempo limitati e definiti. E non ci sono dubbi sul fatto che lo scorso mese di gennaio procedere in questa direzione fosse necessario e doveroso.

Lo Stato di emergenza conferisce alla Protezione Civile e al governo poteri speciali per intervenire in maniera tempestiva e immediata.

Il Presidente del Consiglio ha la possibilità di emanare disposizioni con effetto immediato. Entriamo nel campo e nella discussione intorno agli ormai famigerati Dpcm che tutti abbiamo imparato a conoscere in questi mesi.

Allo stesso tempo la Protezione Civile può procedere, nel caso specifico, con l’acquisto di dispositivi di protezione, ad esempio, senza passare per le procedure standard, decisamente più lente.

Quanto può durare lo Stato di emergenza?

Non può durare più di dodici mesi. Si può procedere con una proroga che non può superare altri dodici mesi.

Covid, le misure adottate durante lo stato di emergenza

Durante la pandemia, durante e grazie allo stato di emergenza sono state disposte misure straordinarie come ad esempio l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, il distanziamento e il Green Pass. Come visto, con lo stato di emergenza la struttura commissariale può procedere ad esempio con l’acquisto, la distribuzione e la conservazione dei vaccini, l’arma principale contro il virus.

Protezione Civile
Fonte foto: https://www.facebook.com/DPCgov

La proroga

All’inizio del mese di dicembre 2021, il governo ha deciso di procedere con la proroga dello stato di emergenza anche nel 2022. Uno scenario fortemente contestato e criticato dalle Opposizioni. E anche molti costituzionalisti sollevano dubbi, in quanto ad oggi non ci sarebbero le condizioni per prorogare lo status. Ma se non si procedesse con la proroga, il governo, in caso di necessità, non potrebbe intervenire in maniera tempestiva.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-12-2021


Covid, Mattarella: “Bisogna avere ancora molta attenzione e prudenza”

Elezione presidente della Repubblica, Fico: “Il 4 gennaio la lettera per la convocazione del voto”