Stefano Pioli al Milan, la rabbia dei tifosi: spopola l'hashtag #PioliOut

Spopola l’hashtag #PioliOut: tifosi rossoneri contro la scelta del Milan

Il popolo milanista infuriato con Maldini e Boban per la decisione di affidare la panchina al tecnico emiliano.

Milan, Stefano Pioli – a meno di clamorosi colpi di scena – prenderà il posto di Marco Giampaolo sulla panchina rossonera. Una scelta che ha scatenato la rabbia dei tifosi milanisti, letteralmente infuriati con Maldini e Boban, colpevoli – a loro dire – di aver ingaggiato un tecnico di basso profilo. Tra l’altro di fede interista, come da lui stesso dichiarato qualche anno fa.

L’hashtag #PioliOut sta già spopolando sui social, strapieni di post al veleno nei confronti del nuovo allenatore. Comincia in salita, dunque, l’avventura al Milan del match emiliano, per il quale si prevede un’accoglienza piuttosto fredda dal popolo di San Siro.

Stefano Pioli dovrebbe firmare un biennale da circa un milione e mezzo di euro a stagione. Secondo alcune fonti, però, i vertici rossoneri potrebbero presentargli un’offerta diversa: contratto annuale con opzione di rinnovo per l’anno successivo. La società, infatti, potrebbe riservarsi la possibilità di scegliere la prossima estate se andare avanti con l’ex Fiorentina o cambiare nuovamente guida tecnica.

Stefano Pioli
fonte foto https://www.facebook.com/premiumcalcio/

Stefano Pioli al Milan, esplode la contestazione dei tifosi

L’arrivo di Marco Giampaolo – accolto con grande entusiasmo da tutto l’ambiente milanista – aveva illuso i tifosi milanisti, i quali speravano di rivedere un Milan finalmente offensivo e con una precisa idea di gioco. Ma il feeling con la squadra non è mai sbocciato, nonostante i tentativi e le tante dichiarazioni rilasciate in merito.

La formazione schierata contro il Genoa ha spiazzato Maldini e Boban, che hanno quindi optato per una soluzione drastica: l’esonero. La prima scelta era Luciano Spalletti, ma il mancato accordo con l’Inter sulla buonuscita ha rovinato i piani dei due dirigenti. La successiva virata su Stefano Pioli è andata a buon fine, ma il coach emiliano si trova ora di fronte a una vera e propria montagna da scalare. Con il vento della contestazione a complicare ulteriormente la salita.

ultimo aggiornamento: 08-10-2019

X