Il telemarketing potrebbe subire una rivoluzione: si prevede lo stop alle “chiamate selvagge”. Scopriamo di che si tratta.

Si va verso un concreto stop al telemarketing delle “chiamate selvagge”: dal prossimo 27 luglio, infatti, parte il Registro opposizioni, il quale riguarderà potenzialmente ben 78 milioni di utenze dei telefoni cellulari. Tutti i cittadini potranno avere una scelta, decidendo se iscriversi o no al Registro, bloccando in tal modo le telefonate di promozione.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il business del telemarketing

Il telemarketing, in Italia, rappresenta un business da circa 4 miliardi di euro all’anno. La vendita telefonica di beni e servizi, inoltre, produce un giro d’affari stimabile in 40 miliardi di euro, per l’intera filiera. Inoltre, sempre in Italia, si contano circa 1.400 call center in “outsourcing”. Parliamo di un fatturato di 2,8 miliardi di euro all’anno, stando ai dati Assocontact. Considerando anche i call center interni alle aziende (nei settori quali telefonia, energia e banche) si stimano all’incirca 120.000 occupati nel settore.

Le novità del settore

Il telemarketing, stando al Codacons, si sta intensificando fortemente nell’ultimo periodo. “Prima la pandemia e la maggior presenza di cittadini a casa, poi l’annuncio della imminente entrata in vigore del Registro pubblico delle opposizioni, hanno portato a un incremento delle telefonate commerciali verso gli utenti. Queste le dichiarazioni dell’associazione.

telefono cellulare tastiera pc
Telefono cellulare

Dal 27 luglio scatterà però un’importante novità. Parliamo del nuovo Registro pubblico delle opposizioni, che “si aprirà a una platea di 78 milioni di utenze telefoniche mobili, stando a Simone Baldelli, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulla tutela dei consumatori e degli utenti. “Mi auguro”, ha aggiunto Baldelli, “che il confronto avviato dallo stesso governo con gli operatori del settore possa contribuire, insieme alla campagna informativa, a rendere il nuovo registro uno strumento di protezione conosciuto e finalmente efficace per utenze telefoniche potenzialmente destinatarie delle chiamate di telemarketing indesiderate, e speriamo anche di quelle operate da call center irregolari o con sedi in Paesi stranieri”.  

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 08-05-2022


Putin: “L’obiettivo è prevenire la rinascita del nazismo”

Zelensky: “In Ucraina, organizzata una ricostruzione del nazismo”