Il Nord Italia deve combattere con l’emergenza smog. Sia in Lombardia che in Emilia Romagna è stato stabilito lo stop ai diesel Euro 4.

MILANO – Da Milano a Bologna è emergenza smog. Secondo quanto riferito dall’Arpa nel capoluogo lombardo sono ormai sette giorni che l’inquinamento ha superato il limite. Proprio per questo motivo si è deciso – anche nelle province di Lodi, Monza, Cremona e Pavia – di attuare lo stop ai veicoli Diesel Euro 4 e di non superare i 19° gradi nelle abitazioni e nei negozi.

Misure che saranno valide fino a lunedì 10 dicembre con l’obiettivo di abbassare il livello dello smog in vista delle prossime festività dove sicuramente le auto verranno usate più del solito.

Emergenza smog al Nord, stop ai diesel Euro 4

La misura è stata applicata in quasi tutte le province del Nord. I livelli più alti sono stati raggiunti in Emilia Romagna e Lombardia ma lo stop è stato emesso anche per Piemonte e Veneto. Si tratta di una misura per preservare l’ambiente e rendere più pulito in vista delle festività di Natale. Il divieto è valido fino a lunedì 10 dicembre dalle 8:30 alle 18:30.

Dalla prossima settimana si ritornerà a circolare in maniera normale ma non sono esclusi altri stop nel 2019 visto che con questo clima il livello di inquinamento è sempre più al limite. Le prime misure di questo inverno sono state prese anche per cercare di permettere alle città di raggiungere dei livelli accettabili alla vigilia di alcuni giorni dove l’uso delle macchine potrebbe essere aumentato.

L’allarme per le festività natalizie è stato lanciato da Legambiente che ha affermato come “la situazione potrebbe peggiorare visto che si assisterà ad uno spostamento maggiore con l’auto“. Proprio questa eventualità ha portato a imporre lo stop per cercare almeno di salvaguardare un po’ l’ambiente.

fonte foto copertina https://twitter.com/Aldo_Fanucci

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
bologna cronaca milano Smog torino

ultimo aggiornamento: 07-12-2018


San Giovanni Rotondo, arrestato un infermiere con l’accusa di violenza

Milano, studenti e centri sociali in piazza contro il dl Sicurezza