Strage di Viareggio, chiesti quindici anni di reclusione per Moretti

Strage di Viareggio, chiesti 15 anni per Moretti

Strage di Viareggio, chiesti quindici anni di carcere per Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato.

Strage di Viareggio, la Procura ha chiesto una condanna a 15 anni e 6 mesi per Mauro Moretti, Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato.

Strage di Viareggio, chiesti quindici anni di carcere per Mauro Moretti

L’accusa ha chiesto quindici anni e sei mesi di detenzione in carcere per Mauro Moretti, amministratore delegato di Rfi oltre che di Ferrovie dello Stato. Proprio in veste di Ad di Fs fu condannato a sette anni salvo poi essere assolto.

Lo stesso Moretti ha fatto sapere di essere intenzionato a rinunciare alla prescrizione.

“Ho preso atto di quello che ha detto il procuratore, sono parecchi anni che si discute in merito alla prescrizione e sono stato spesso portato a bersaglio, per la prescrizione, per i fatti di Viareggio. Rinuncio alla prescrizione, lo faccio per rispetto delle vittime, dei familiari delle vittime e del loro dolore. Lo faccio perché ritengo di essere innocente“.

La Procura ha chiesto quattordici anni per Elia e sette anni per l’ex ad di Fs Vincenzo Soprano

L’accusa ha chiesto inoltre 14 anni e 6 mesi per Michele Mario Elia, e sette anni e sei mesi per Vincenzo Soprano, ex amministratore delegato di Ferrovie dello Stato.

Incidente ferroviario di Viareggio

Nel giugno del 2009, in seguito al deragliamento di un treno merci e alla dispersione di gas Gpl, a Viareggio divampò un incendio di vastissime proporzioni che interessò la stazione locale. L’esplosione portò al crollo parziale di alcuni edifici. Undici persone morirono già nei primi minuti della tragedia. Alla fine le persone rimaste uccise nella strage sarebbero state trentadue.

ultimo aggiornamento: 11-02-2019

X