Strage di Las Vegas, i morti sono 59: oltre 500 i feriti

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

È il massacro più sanguinoso della storia recente americana, il primo compiuto con un’arma automatica. La città di Las Vegas piange le vittime.

“Una persona malata”. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha definito così l’autore della strage al concerto di musica country a Las Vegas, il 64enne Stephen Paddock. “Un atto di pura malvagità – ha aggiunto Trump parlando ai giornalisti davanti alla Casa Bianca – col passare del tempo parleremo di legge sulle armi”.

Las Vegas, sparatoria al concerto country: il killer era in possesso di 42 armi

Nel frattempo, il bilancio delle vittime è salito a 59 (oltre 500, invece, i feriti). È il massacro più sanguinoso della storia moderna americana. Per compiere il suo atroce piano, il killer avrebbe modificato un fucile d’assalto AK-47 per esplodere colpi in più rapida successione tenendo premuto il grilletto. Secondo quanto riferito dalla polizia, Stephen Paddock (che si è tolto la vita mentre gli agenti delle forze speciali tentavano di irrompere nella sua stanza d’albergo a Las Vegas) era in possesso di un vero e proprio arsenale tra pistole semiautomatiche, fucili d’assalto, caricatori e munizioni. E non solo: nella sua automobile è stato trovato del nitrato di ammonio, un composto chimico utilizzato anche per produrre alcuni esplosivi.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 03-10-2017

Salvo Trovato