Strage Mottarone, la richiesta dell’avvocato di Perocchio: “Replicare l’incidente per verificare le cause della caduta della funivia”.

ROMA – Replicare l’incidente per verificare le cause della caduta della funivia. E’ questa la richiesta avanzata dall’avvocato di Perocchio, direttore dell’esercizio della funivia, al Gip che si occupa della strage del Mottarone. Il legale ha chiesto di far cadere la cabina numero 4 per capire meglio il motivo del cedimento.

Il legale di Perocchio: “Vogliamo accertare quanto successo”

La richiesta del legale di Perocchio, come riportato da La Repubblica, è stata depositata sul tavolo del gip che si occupa della strage del Mottarone. “Il nostro interesse – ha precisato l’avvocato – è contribuire ad accertare le cause di questo disastro“. E per questo motivo è stato chiesto di replicare l’incidente il prossimo 8 luglio facendo precipitare la cabina numero 4 nelle stesse condizioni di carico. Un vero e proprio crash test per verificare meglio i motivi dell’incidente dello scorso maggio. Un esperimento giudiziale che divide l’opinione pubblica.

Il legale, inoltre, ha chiesto l’estensione della perizia a tutti i dispositivi hardware. “Dal momento che il Gp ha chiesto che nell’incidente probatorio venga esteso l’esame a tutte le componenti meccaniche ed elettrice della funivia – ha spiegato l’avvocato – è coerente che vengano inclusi anche i supporti hardware“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carabinieri
Carabinieri

La difesa di Perocchio

Le indagini sulla strage del Mottarone continuano ad andare avanti e Perocchio anche in passato ha ammesso di non essere a conoscenza dell’uso dei forchettoni. “Una scelta scellerata – la posizione dell’indagato – che io non avrei mai avvallato“.

Le reali circostanze che hanno determinato la rottura della fune – ha detto l’avvocato del direttore di esercizio – vanno accertare in maniera seria e rigorosa“. E da qui la richiesta di effettuare un crash test sulla cabina numero 4 per verificare l’incidente. Ma la decisione finale spetterà al gip e sarà comunicata nelle prossime settimane.


Sparatoria a Roma, tre feriti

La Cassazione: “Bidello da licenziare se non fa le pulizie a scuola”