Delusione Allegri, il tecnico vuole ripartire dalla Premier: la Juventus pensa a Simeone come sostituto

Nonostante il primo posto in campionato e una Champions League ancora tutta da giocare con addosso la meritata etichetta di pretendente al titolo, dopo la sconfitta nella finale di Supercoppa italiana contro il Milan, il clima in casa Juventus è tutt’altro che disteso. Il tecnico Massimiliano Allegri non ha affatto digerito l’atteggiamento dei suoi, colpevoli di aver giocato con evidente sufficienza, figlia questa dell’eccessiva presunzione. È la fame dunque quella che sembra mancare oggi a Torino, quella fame che negli ultimi anni ha contraddistinto la Corazzata Juve ma che è andata piano piano affievolendosi anche a causa dei ripetuti successi ottenuti in ambito nazionale. Servono nuovi stimoli e nuove ambizioni, e proprio da queste motivazioni nasce il colpo di scena firmato dallo stesso Allegri, il quale starebbe prendendo in considerazione l’ipotesi di lasciare i campioni d’Italia prima del 2018 (anno della scadenza del contratto) per trasferirsi in Premier già al termine della stagione in corso.

Caccia al sostituto

I risultati ottenuti al termine del campionato ci sapranno dire se una Juve senza Allegri sarà un’ipotesi concreta o solo fantacalcio, ma intanto la dirigenza bianconera avrebbe già iniziato a sondare il mercato alla ricerca di una valida alternativa all’allenatore livornese. I nomi in questo momento al vaglio sono quello del tecnico della Fiorentina Paulo Sousa, notoriamente ai ferri corti con la famiglia Della Valle, e quello del tecnico dell’Atletico Madrid Diego Pablo Simeone, promesso sposo dell’Inter ma solo a parole.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati


Pasalic, parla l’agente: “Mario? Ha già il Milan nel cuore…”

Classifica Iffhs, Simeone re degli allenatori