Stretta anti burqa nel dl Sicurezza. La Camera ha approvato l’emendamento proposto dalla Lega e firmato da Eugenio Zoffili.

ROMA – Stretta anti burqa nel dl Sicurezza. La Camera ha deciso di approvare anche l’emendamento proposto dalla Lega e firmato da Eugenio Zoffili.

Si tratta di una norma che stringe le maglie nei confronti di chi gira a volto coperto soprattutto in luoghi ad alto rischio attentati come aeroporti, stazioni, scuole e ospedali. Un provvedimento che ha provocato la dura reazione del Partito Democratico anche se alla fine si è deciso di approvarlo. Il testo, come tutto il decreto legge, sarà discusso in Senato dove non ci dovrebbero essere particolari modifiche anche per accelerare i tempi dell’approvazione definitiva della norma.

La reazione del deputato Zoffili

La notizia dell’approvazione da parte della Camera è stata accolta con soddisfazione da parte di Eugebio Zoffili. Il deputato ai microfoni dell’AdnKronos entra nei dettagli di questo provvedimento spiegandone le ragioni: “Sono molto soddisfatto dell’accoglimento in aula dell’odg con cui la Lega invita il governo a stringere le maglie dei controlli nei confronti di chi gira a volto coperto, pensiamo soprattutto a contesti sensibili come aeroporti, stazioni, scuole e ospedali“.

L’esponente del Carroccio ha chiarito gli obiettivi di questa norma: “Spero possa rappresentare un argine contro le tendenze religiose improntate al fanatismo, all’oscurantismo più retrivo spesso esercitato sulla pelle delle donne“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

L’attacco al PD

Non manca l’attacco alla sinistra e la PD: “Dispiace notare – sottolinea Zoffili – che non è stato condiviso dai democratici. Si sono schierati a difesa del burqa, voltando le spalle alla loro storia. Infatti dovrebbero trovare nella parità di genere e nell’emancipazione personale uno dei punti fondanti del suo pensiero ma oggi non è stato così“.

Eppure – conclude – è proprio per difendere il sacro valore della libertà che l’applicazione della normativa vigente e del nostro ordine del giorno, non può ovviamente prescindere dal contesto. Rassicuro in questo senso chi a sinistra diffonde fake news e teme l’abolizione del carnevale di non darsi pensiero. Ci sarà e il loro sembra non finire mai“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Cameradeideputati


Carola Rackete a Strasburgo: fissata la data del suo intervento

Lutto nel mondo della politica, è morto Germano De Cinque