Milano, striscione neofascista a Piazzale Loreto: onore a Benito Mussolini (FOTO)

Blitz neofascista a Milano. A Piazzale Loreto esposto uno striscione: “Onore a Benito Mussolini”. Fermati i responsabili

MILANO – Sono ultrà della Lazio i responsabili dello striscione neofascista esposto a Milano. Nella mattinata di mercoledì 24 aprile 2019 a Piazzale Loreto è stato srotolato uno striscione con la scritta “Onore a Benito Mussolini“. I presenti hanno, inoltre, cantato degli slogan fascisti e fatto il saluto romano.

Un episodio avvenuto alla vigilia del 25 aprile che potrebbe far pensare ad un chiaro gesto di provocazione in vista della Festa di Liberazione. Aperta un’indagine dalla Digos di Milanoin collaborazione con Roma. La presenza sullo striscione della scritta Irriducibili ha fatto pensare sin da subito ad un gesto fatto da parte di persone vicine all’ambiente ultrà biancoceleste che si trova in Lombardia per la sfida di Coppa Italia contro il Milan.

Striscione Milano
fonte foto https://twitter.com/ITitograd

Striscione neofascista a Milano, il sindaco Sala: “Si stanno superando certi limiti”

Sono in corso le indagini per risalire all’identità dei responsabili di questo gesto. La condanna a quanto avvenuto è arrivata dal mondo della politica con il sindaco di Milano, Beppe Sala, che su Facebook ha voluto esprimere la propria contrarietà all’episodio: “Anche cercando di non sdrammatizzare – scrive – non si può non capire che si stanno superando certi limiti. E che la denuncia di tutto ciò spetta soprattutto alla politica. A tutta la politica però. Milano è e resterà sempre una città profondamente antifascista“.

Anche da parte dell’Anpi locale è arrivata la condanna a quanto avvenuto in Piazzale Loreto: “E’ insopportabile – conferma Roberto Cenati che avvengano simili provocazioni alla vigilia del 25 aprile. Chiediamo di individuare i responsabili. Le organizzazioni vanno sciolte applicando le leggi Scelba e Mancino. E’ ora di dire basta“.

Sulla vicenda è stata aperta un’indagine da parte della Digos che ha identificato i responsabili di questo gesto. Un aiuto è arrivato da parte delle telecamere di sorveglianza.

fonte foto copertina https://twitter.com/ITitograd

ultimo aggiornamento: 24-04-2019

X