Una studentessa canadese ha denunciato uno stupro in spiaggia a Riccione. I controlli medici non hanno evidenziato segni di violenza.

RICCIONE (RI) – Una studentessa canadese si è presentata al Pronto Soccorso di Riccione per denunciare uno stupro ma gli accertamenti non hanno evidenziato nessun segno di violenza. La vicenda è avvenuta nella notte tra domenica 7 e lunedì 8 ottobre 2018.

La ragazza di 22 anni si è recata in ospedale e ai medici ha dichiarato di essere stata abusata tra i bagni 50 e 52 di uno stabilimento balneare. Immediata la chiamata alla Polizia che ha trasportato la ragazza al nosocomio di Rimini per effettuare i controlli medici che non hanno riscontrato lo stupro.

Polizia
Polizia (fonte foto https://www.facebook.com/QuesturaMI/)

Riccione, ragazza americana denuncia uno stupro: indaga la Polizia

Gli accertamenti fatti sulla giovane non hanno evidenziato segni di violenza ma solamente un tasso di alcol superiore a quello dovuto. Sulla vicenda indagano gli agenti di polizia che stanno visionando le telecamere per cercare di chiarire un po’ la vicenda che al momento resta molto intricata.

Le immagini hanno mostrato la 22enne passeggiare mano nella mano con un giovane che a breve sarà individuato e interrogato. Possibile che nei prossimi giorni venga risentita la ragazza perché al momento la prima testimonianza non convince proprio gli agenti. La giovane è in Italia da qualche mese per seguire un programma di studio e di disintossicazione grazie ad una borsa di studio.

Gli inquirenti non vogliono tralasciare nessuna ipotesi e sono al lavoro per risolvere il prima possibile un caso che è ricco di incongruenze.

fonte foto copertina https://twitter.com/MediasetTgcom24


Ponte Genova, l’Antitrust: “Ok stop ad Autostrade per la ricostruzione”

Palermo, busta con proiettili al presidente della commissione antimafia Claudio Fava