Un gruppo di 79 ragazzi è stato rapito in Camerun da un commando. Nessuno dei gruppi ha rivendicato il sequestro. Incubo terminato dopo due giorni.

YAOUNDE (CAMERUN) – Apprensione in Camerun per il rapimento di 79 ragazzi. Secondo quanto riportato dai media locali, un commando è  entrato in una scuola presbiteriana e portato con sé tutti gli studenti e il preside. L’incubo è durato per giorni, ma nella mattinata del 7 novembre (2018 ndr) gli ostaggi sono stati liberati.

Camerun, rapiti 79 studenti e il preside di una scuola

In rete è stato diffuso un video che rassicura sulla saluta e la condizione dei ragazzi, anche se non si riesce a capire il luogo dove sono stati portati. La mancata rivendicazione complica un po’ le trattative per la liberazione.

Non è un momento semplice per il Camerun. Il Paese da tempo è diviso politicamente con i separatisti che hanno deciso di chiudere le scuole e di imporre il coprifuoco per protestare contro il governo di Paul Biya, al settimo mandato. Si pensa che il rapimento possa essere una ritorsione contro il presidente anche se ancora non si hanno conferme ufficiali.

Le autorità locali hanno lavorato per due giorni per cercare di liberare il prima possibile questi ragazzi e restituirli alle famiglie. Tutta la nazione da tempo è martoriata da una guerra che ha provocato la morte di oltre 500 persone. Le stime delle Nazioni Unite parlano di 246 mila persone che sono fuggite dalle loro case per scappare alla furia omicida di Boko Haram con 25 mila che si sono rifugiati in Nigeria.

Di seguito il video con alcune immagini del rapimento

fonte foto copertina https://twitter.com/jomass73

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Camerun esteri rapimento scuola

ultimo aggiornamento: 07-11-2018


Usa, midterm 2018, la nuova America: la stella di 29 anni e il primo governatore omosessuale

Barcellona, evacuati due treni per allarme bomba