Per studiare giovani e famiglie hanno sempre dovuto fare sacrifici, ma con la crisi è diventato ancora più difficile sopravvivere ai costi dell’università.

Il dramma è ancora più grave per chi per studiare deve trasferirsi in un’altra città, soprattutto dal sud verso il nord. Con gli affitti proibitivi e le tasse universitarie, studiare è diventato un lusso che possono permettersi in pochi. Le spese per la casa per un fuorisede e la sua famiglia sono quadruplicate e si aggiungono ai pesanti rincari dell’inflazione che stanno gravando sulle tasche degli italiani.

In Italia, ma non solo, chi ha le possibilità economiche può permettersi affitti stellari e una vita decente da universitario e magari anche un’università privata a prescindere dalla media scolastica. Per questo anche il ministro dell’Istruzione dice che la scuola è classista, perché a potersi permettere un’istruzione elevata per la maggior parte sono persone benestanti. Oggi più che mai. La crisi ha imposto dolorose rinunce e molti giovani che sognavano di andare all’università hanno dovuto rinunciarvi perché la famiglia impossibilitata a mantenerlo.

ragazza università scuola
ragazza università scuola

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I costi insostenibili per gli studenti fuorisede

Non solo le famiglie povere ma anche quel ceto medio che non ha avuto eccessivi problemi finora a tirare avanti e invece ora emerge la rabbia di chi non può permettersi nemmeno di andare all’università, anche perché costretto ad emigrare o magari che riescono ad arrangiarsi solo grazie ad un paio di lavori part-time.

Per questo il numero delle immatricolazioni all’Università sia sceso del 3%. L’aumento dei prezzi e dei trasporti ha fatto rinunciare all’università migliaia di giovani. Calano anche i fuorisede. Dei circa 1,7 milioni di universitari italiani, coloro che si trasferiscono a studiare altrove sono adesso meno di 500.000, circa 100.000 in meno rispetto al 2018. I giovani tendono ad iscriversi vicino casa soprattutto per i prezzi proibitivi. C’è chi dichiara che studiare a Bologna costa il doppio di un college negli Stati Uniti.

A peggiorare il quadro sono le borse di studio che sono insufficienti. “Con la borsa di studio di 5.200 euro all’anno adesso non riesco neanche più a pagarmi l’alloggio” dichiara una studentessa calabrese a Milano. Con due lavori per lei è diventato comunque impossibile vivere nel capoluogo lombardo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-10-2022


Il ruolo dell’amministratore di condominio nelle città metropolitane

Il primo atto di Sgarbi come sottosegretario alla Cultura