Emergenza Covid in Italia, il governo prepara una nuova stretta sul Super Green Pass: si riflette sull’obbligo per il mondo del lavoro. Ma la maggioranza è divisa.

Il governo valuta una nuova stretta sul Super Green Pass, che dovrebbe essere esteso al mondo del lavoro. In un primo momento si era ipotizzato che le nuove misure potessero rientrare nel decreto del 29 dicembre, invece la discussione è rimasta in sospeso, anche per la frattura nel governo, e sarà ripresa già nella prima settimana di gennaio.

Green Pass
Green Pass

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Super Green Pass al lavoro, il governo prepara la nuova stretta

La prossima mossa del governo sarà quella di estendere il Super Green Pass al mondo del lavoro. Ma ai dipendenti della Pubblica Amministrazione o a tutti i lavoratori? E su questo punto la maggioranza di governo non sembra propriamente coesa.

L’ala rigorista del governo vuole estendere il Super Green Pass a tutti i lavoratori. Dipendenti della Pubblica Amministrazione, privati, autonomi. Parliamo di 23 milioni di lavoratori circa, in base alle stime.

I moderati chiedono invece di evitare una stretta di questo tipo. Il compromesso potrebbe essere rappresentato dall’estensione del Green Pass rafforzato solo per i dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Il Super Green Pass al lavoro sarebbe stato discusso in occasione del Cdm del 29 dicembre ma alla fine il Presidente del Consiglio ha deciso di rinviare la discussione all’inizio del mese di gennaio. E l’impennata dei nuovi casi rafforza la linea rigorista.

Mario Draghi
Mario Draghi

L’obbligo vaccinale

Esiste in realtà un’alternativa all’estensione del Super Green Pass. Si tratta dell’introduzione dell’obbligo vaccinale per tutti. Una misura che divide la maggioranza di governo ma che in molti reputano più coerente e corretta rispetto alla prima alternativa, quella della stretta sul mondo del lavoro.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

La corsa al Quirinale

La situazione è evidentemente complicata anche dalla corsa al Quirinale. A gennaio la partita entra nel vivo e il Presidente del Consiglio Mario Draghi è uno dei grandi protagonisti nella corsa ad dopo Mattarella. Il premier si muove su un terreno scivoloso, consapevole di dover evitare fratture nella coalizione di maggioranza. Il rischio è quello che il governo possa cadere prima della fine della legislatura, rallentando la corsa del Paese, chiamato a rispettare i tempi e le scadenze del Pnrr. E chiamato a fronteggiare l’emergenza sanitaria, che ci accompagnerà anche nei primi mesi del 2022.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 31-12-2021


Morto Angelo Burzi, l’ultima lettera: “Sono convinto di essere innocente, questa la mia protesta più forte”

In vigore il nuovo decreto Covid, quarantena e Super Green Pass: cosa cambia