Super incentivi per auto elettriche nel 2024: un passo verso il futuro sostenibile
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Super incentivi per auto elettriche nel 2024: un passo verso il futuro sostenibile

Super incentivi per auto elettriche nel 2024: un passo verso il futuro sostenibile

13.750 Euro di Bonus per la rottamazione e risorse per 930 Milioni per stimolare il mercato, ecco come stanno le cose per gli incentivi.

L’Italia è pronta a rivoluzionare il mercato automobilistico con l’introduzione di super incentivi per l’acquisto di auto elettriche. Nel 2024, chi sceglie di rottamare il proprio veicolo potrà beneficiare di un bonus fino a 13.750 euro, un’iniziativa volta a incrementare la quota di mercato delle auto elettriche, attualmente ferma al 4,2%. Il ministro Adolfo Urso annuncia che il governo ha predisposto un piano per l’erogazione di questi incentivi, con l’obiettivo di stimolare un mercato ancora in fase di decollo.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

suv, auto blu
suv, auto blu

Aiuto ai veicoli ibridi e a basse emissioni

Non solo auto elettriche, ma anche veicoli ibridi e a basse emissioni riceveranno un sostegno significativo. Gli incentivi variano dai 4.000 ai 10.000 euro per i veicoli ibridi, mentre le auto a basse emissioni godranno di un aiuto che va dai 1.500 ai 3.000 euro. Queste misure sono parte di un ampio progetto che mira a modernizzare il parco auto italiano e a renderlo più ecologico.

Il governo ha previsto una dotazione di 930 milioni di euro per finanziare il piano incentivi. Questa somma comprende sia nuovi fondi per il settore automotive sia i residui dei vecchi incentivi non ancora spesi. L’iniziativa si estende anche a veicoli commerciali, taxi e noleggi a lungo termine, con 50 milioni dedicati al leasing.

Il 1 febbraio 2024 sarà un giorno chiave per il settore automotive in Italia, con la presentazione ufficiale del piano degli incentivi durante il tavolo automotive convocato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Il ministro Adolfo Urso, insieme ai rappresentanti delle imprese del settore e delle organizzazioni della filiera, discuterà gli aspetti dettagliati e le finalità del nuovo piano.

Tre obiettivi strategici

Il piano incentivi persegue tre obiettivi fondamentali: 1) rinnovare il parco auto italiano, tra i più vecchi d’Europa; 2) supportare le famiglie meno abbienti con un extra bonus del 25% per chi ha un ISEE inferiore ai 30.000 euro; 3) promuovere l’acquisto di auto prodotte in Italia, incentivando così l’industria nazionale.

Il mercato auto in Italia, secondo Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, sta affrontando una fase di stagnazione. Nonostante un incremento delle immatricolazioni nel 2023 rispetto all’anno precedente, si registra un calo significativo rispetto al 2019, l’anno pre-pandemia. Stellantis, leader del mercato italiano, ha venduto 591.156 auto nel 2023, dimostrando una crescita del 10,5% rispetto all’anno precedente. Al contempo, marchi come Tesla e MG hanno registrato un’impennata nelle vendite, segno di un interesse crescente per le auto elettriche e ibride.

Questi incentivi rappresentano un passo importante verso una mobilità più sostenibile e potrebbero essere la mossa giusta per stimolare il mercato delle auto elettriche in Italia.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2024 10:25

Prescrizione tassa automobilistica: quando il bollo non è dovuto

nl pixel