Superbike, Scott Redding ha vinto la Gara-2 del GP di Argentina. Il Mondiale resta ancora aperto.

SAN JUAN (ARGENTINA) – Scott Redding ha vinto la Gara-2 del GP di Argentina, penultimo appuntamento con il Mondiale di Superbike. Dopo il successo di Razgatioglu nel sabato, il britannico è riuscito a piazzare un primo posto per continuare a sperare nel titolo iridato.

Il pilota della Ducati è riuscito a conquistare la vittoria al termine di una lotta a tre con Jonathan Rea e Toprak Razgatioglu. Una gara che continua a tenere aperto il Mondiale e sarà decisivo l’ultimo round. Il migliore degli italiani in questa domenica è stato Axel Bassani davanti a Michael Rinaldi. Settimo Locatelli, 18esimo Cavalieri.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Le classifiche

Alla vigilia dell’ultimo round il Mondiale è ancora aperto. Il favorito per il titolo iridato è ancora Toprak Razgatioglu visto i 531 punti conquistati in questa stagione. Sono 30 le lunghezze di vantaggio su Jonathan Rea (501). Sembra essere più lontano, invece, Scott Redding (465). Il britannico deve conquistare due vittorie e sperare in passi falsi degli avversari per provare a centrare il Mondiale.

Continua ad essere interessante anche la lotta per il migliore degli italiani. Quarto Rinaldi (278) davanti a Locatelli (270). Nono Bassani (199), ventitreesimo Cavalieri (12), ventiseiesimo Mantovani (2).

GP Formula 1
GP Formula 1

Ultimo appuntamento in Indonesia

Un mese di pausa e poi il ritorno in pista tra il 19 e il 21 novembre in Indonesia. Razgatioglu è il grande favorito per la vittoria del titolo iridato visto il vantaggio sugli avversari. Ma il turco deve cercare di portare a casa le due gare per avere la certezza del Mondiale.

Jonathan Rea e Scott Redding dovranno dare il massimo e rischiare qualcosa in più del pilota della Yamaha per provare a piazzare il colpaccio. E per questo motivo tutto può ancora succedere.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 18-10-2021


MotoGP, Fabio Quartararo lascia la Yamaha dopo il 2022?

Dalla stretta sui monopattini al divieto di fumare in macchina: gli emendamenti al decreto Infrastrutture