Toprak Razgatlioglu ha vinto la Gara-2 del GP dell’Emilia Romagna. Sul podio anche Rinaldi e Rea.

MISANO ADRIATICO (RIMINI) – E’ Toprak Razgatlioglu il vincitore di Gara-2 del GP dell’Emilia-Romagna. Il turco, al suo primo successo in stagione, è stato molto lucido nella parte finale di gara nel duello con Rinaldi (il vincitore di Gara-1) e Rea per andare a conquistare il primo posto. Per gli altri due un podio che conferma quanto visto nella giornata di sabato anche se con posizioni diverse.

Bassani e Locatelli nella top ten – E’ stata una Italia ancora protagonista in questa domenica di gara. Axel Bassani ha confermato il settimo posto di sabato. Nono il rookie Andrea Locatelli davanti a van der Mark. Tra i due italiani Bautista. Redding, Gerloff e Lowes.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Le classifiche

Si riapre la lotta per il titolo iridato. Jonathan Rea con il terzo posto di questa domenica è salito a quota 149 punti ma ha visto ridursi a 20 le distanze con il turco Razgatlioglu (129). Il terzo posto viene conservato, per il momento, da Scott Redding (104). Il migliore degli italiani è sempre Michael Rinaldi con i suoi 82 punti.

Nei Costruttori balza al comando la Ducati con 153 punti. La Kawasaki (149) scende al secondo posto, con la Yamaha (132) che rimane al terzo.

MotoGP
MotoGP

Prossimo appuntamento in Gran Bretagna

Ora un lungo periodo di stop prima di un weekend fondamentale in Gran Bretagna. Le due gare inglesi potrebbero dare indicazioni importanti in chiave Mondiale. Rea e Razgatlioglu stanno dimostrando una continuità importante e difficilmente assisteremo ad un sorpasso in classifica.

Ma il turco non ha nessuna intenzione di mollare e proverà a raccogliere altri punti per accorciare ancora di più in classifica. La Ducati ha intenzione di dare continuità a quanto fatto vedere in Italia e Rinaldi con una doppia vittoria potrebbe rientrare definitivamente nella lotta per il titolo iridato.


Superbike, Michael Rinaldi vince Gara-1 del GP dell’Emilia Romagna

Le regole in zona Bianca dal 14 giugno. Cosa si può fare e cosa è ancora vietato