Suso scalda la piazza rossonera: “Siamo pronti per la Champions, servono solo un paio di rinforzi

Sembra rinnovato l’entusiasmo in casa Milan, dove le indiscrezioni di mercato e i risultati sul campo hanno rinnovato le ambizioni dei tifosi e degli stessi giocatori. Queste le dichiarazioni di Suso ai microfoni di QS-Sport nella settimana calda della cessione societaria e del derby: “Avevo promesso che in caso di doppietta sarei tornato a casa a piedi da San Siro. I due gol li ho fatti ma a piedi non sono tornato perché non siamo riusciti a vincere. Stavolta non dico nulla, magari va meglio. Noi meglio di condizione? Loro arrivano da due sconfitte e dovranno dare qualcosa in più per farsi perdonare. Avranno maggiore pressione addosso, saranno arrabbiati per il ritiro anticipato. Non ci sono favoriti. Dobbiamo solo non fare l’errore di abbassarci troppo, è pericoloso. Chi toglierei all’Inter? Icardi che fa sempre gol“.

Rinnovo. Io sono felice qua e ho sempre detto di voler rimanere. A Montella piace giocare con la palla, è un principio che si adatta bene alle mie caratteristiche. Spero di ritrovarlo sulla panchina l’anno prossimo. Cosa manca per tornare in Champions al Milan? Un paio di rinforzi. Per il resto c’è tutto: città, stadio e tifosi. Rispetto allo scorso anno è cambiata la fiducia. Mihajlovic non mi ha capito: mi ha fatto giocare 50’ con l’Empoli e non ho fatto bene. Da allora non mi ha nemmeno fatto scaldare, con lui non c’era comunicazione. Gasperini al Genoa mi ha avvicinato alla porta, ora parto esterno e poi vengo dentro come trequartista“.

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 13-04-2017


Champions: Atletico di misura, Real Madrid e Monaco corsari. Cristiano Ronaldo fa 100!

Serie A TIM, dal derby di Milano a Lorenzo Insigne passando per Immobile