Sviluppati dei nanoanticorpi che bloccano il coronavirus. Presto dei test anche sull’uomo.

ROMA – Sono stati sviluppati dei nanoanticorpi che bloccano il coronavirus. Come scritto dall’Ansa, i ricercatori dell’istituto Karolinska, in collaborazione con l’università di Bonn e dello Scripps Research Institute della California, hanno terminato la sperimentazione su lama e alpaca.

I primi risultati sono stati molto positivi. I nanoanticorpi sembrano impedire l’ingresso del virus nelle cellule e sembrano funzionare anche se subisce delle mutazioni. La sperimentazione nelle prossime settimane proseguirà sull’uomo.

Magrini (Aifa): “Possibile la commercializzazione del vaccino cinese”

Presto in Europa potrebbe arrivare anche la commercializzazione del vaccino cinese. “E’ probabile che anche il Sinovac verrà sottoposto a giudizio europeo – ha detto Nicola Magrini, direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, ai microfoni di Radio 24 – naturalmente occorrerà vedere se i dati rispondono al rigore richiesto. Ma una svolta valutati gli studi, potrebbe diventare un ulteriore candidato. Se così fosse sarebbe un interessante meccanismo per entrambi. Significa che cadono muri e barriere. La ricerca e la produzione è davvero globale come di fatto già fatto per gli antibiotici. E ben venga la competizione“.

Vaccino coronavirus
Vaccino coronavirus

Contatti in corso anche per il vaccino Sputnik

Ma presto in Europa potrebbe essere commercializzato anche il vaccino russo. I contatti tra l’Ema e Mosca sono in corso per capire la possibilità di portare le dosi nel Vecchio Continente.

Nessuna richiesta avanzata ma i colloqui sono in corso e non si esclude la possibilità di una autorizzazione già nelle prossime settimane. L’obiettivo dell’Unione Europea è quella di mettere il prima possibile le dosi di vaccino a disposizione dei Paesi per uscire dall’emergenza.

Il prossimo ad ottenere il via libera dovrebbe essere AstraZeneca e successivamente a tutti gli altri farmaci. Una corsa contro il tempo che sembra dare i primi risultati e la luce il fondo al tunnel sembra essere vicina.


Tangenti, indagati 10 manager di Leonardo e due società di Google

Omicidio Yara Gambirasio, accolto il ricorso sull’accesso ai reperti