Svolta bomba nelle indagini su Kata: interrogato nuovamente il fratellino
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Svolta bomba nelle indagini su Kata: interrogato nuovamente il fratellino

bambina che corre

Continuano le ricerche di Kata, la bambina scomparsa a Firenze: il fratellino e la madre tornano in Procura per nuovi interrogatori.

Le ricerche della piccola Kata, la bambina peruviana scomparsa dall’ex hotel Astor di Firenze il 10 giugno 2023, non si sono mai fermate. Il fratellino di otto anni, uno degli ultimi a vedere la bimba quel giorno, è stato nuovamente ascoltato in Procura.

Come fare soldi? 30 idee semplici per guadagnare

Le indagini, che si concentrano ora su chi era presente il giorno della scomparsa, hanno visto recentemente un nuovo sviluppo.

Katherine Alvarez mamma Kata Pomeriggio Cinque

Nuovo interrogatorio per il fratellino di Kata

Il procuratore Filippo Spiezia, insieme ai pm Christine von Borries e Giuseppe Ledda, continua a seguire ogni possibile pista per far luce sulla scomparsa di Kata.

Come riportato da Fanpage.it, la madre e il fratellino della bambina sono stati convocati per rilasciare ulteriori dichiarazioni e cercare di ricostruire gli eventi di quel fatidico giorno.

Il fratellino di Kata, che all’epoca aveva solo sette anni, è stato ascoltato nuovamente perché potrebbe avere dettagli cruciali per le indagini.

Quel giorno, le telecamere di sorveglianza avevano ripreso i due fratellini mentre uscivano insieme dal cancello dell’ex hotel Astor per giocare con altri bambini.

Le immagini mostrano successivamente Kata che rientra da sola nella struttura, sale sulla scala antincendio fino al terzo piano e poi scende nuovamente. Questi movimenti sono stati gli ultimi tracciati prima della sua scomparsa.

Ascoltata anche la moglie dello zio

Negli ultimi giorni, anche la moglie dello zio materno di Kata, Abel Abel Alvarez Vasquez, è stata riascoltata.

Abel Alvarez è indagato insieme allo zio paterno di Kata e ad altre tre persone che vivevano nell’ex albergo.

Questi interrogatori fanno parte di un più ampio quadro investigativo che si basa su quattro piste principali, come dichiarato dal procuratore Spiezia.

Le autorità credono che la scomparsa di Kata sia il risultato di un piano ben orchestrato, piuttosto che di un’azione improvvisata.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2024 14:35

Aggressione shock: gli stacca un orecchio a morsi per un assurdo motivo

nl pixel