Table for Two, l’installazione di Shani Ha fa riflettere sull’incomunicabilità

A New York c’è una installazione che sta facendo molto discutere: si chiama Table for Two.

chiudi

Caricamento Player...

L’installazione Table for Two, della giovanissima artista francese (classe 1987) Shani Ha, è una trovata davvero originale per riflettere sul ruolo delle comunicazioni tra persone oggi, in una società dove la solitudine è sempre più in agguato e le persone parlano tramite uno schermo.

Table for Two di Shani Ha non è altro che un tavolo, situato all’angolo tra la 7th Avenue e Carmine Street, dove una metà è situata all’interno e l’altra metà all’esterno. A separare le due metà del tavolo c’è uno schermo di vetro. Le persone che accettano di entrare a far parte di questo curioso esperimento, devono semplicemente sedersi, uno da una parte e l’altro necessariamente dall’altra parte, ed è bello vedere cosa decidono di fare.

C’è chi comincia a guardarsi, forse un po’ stranito o incuriosito dalla situazione, c’è chi comincia ad interagire e c’è anche chi non fa nulla e magari comincia a smanettare con il suo smartphone. E sicuramente c’è anche chi, più socievole, riesce a fare amicizia e a trasformare questo esperimento in qualcosa di concreto dal punto di vista umano e sociale.

La comunicazione faccia a faccia, ai nostri tempi, è diventata più difficile tra gli esseri umani, perché spesso passa attraverso il non vedersi, quindi passa attraverso uno schermo, che può essere quello del computer o del cellulare. Quindi i vari social network come Twitter, Instagram, Facebook, e le piattaforme per comunicare come Whatsapp e Skype, che consente di vedersi ma sempre attraverso il pc. L’isolamento, soprattutto nelle grandi città e nelle metropoli come New York sta diventando un problema via via più sentito.

Shani Ha voleva quindi porre la riflessione su questo punto, e con il progetto Table for Two ci è riuscita.

SFOGLIA LA FOTOGALLERY: CLICCA QUI

Fonte foto copertina: domusweb.it